Airuno: addio alla maestra e catechista Evelina Bolis

banner blavellidesktop1105ok-87321.jpg
Evelina_Bolis.JPG (36 KB)
Una foto felice di Evelina Bolis con il marito Mario Schoch e il nipotino Luca

La comunità airunese piange la scomparsa di Evelina Bolis, insegnante, catechista e amata volontaria molto legata alla parrocchia. Classe 1929, Evelina era originaria proprio di Airuno, paese alla quale ha dato moltissimo. Nella vita è stata insegnante supplente alle scuole elementari, professione che l’ha vista girare tra vari plessi della zona, tra cui Lomagna, Montevecchia, Imbersago, Perego e anche Airuno. Per alcuni anni, insieme al marito Mario Schoch, aveva abitato anche a Merate e dal loro matrimonio è nata la figlia Gabriella, che ha reso Evelina nonna di tre nipoti e una nipote. Una volta cessata la sua attività di insegnate attorno agli anni Ottanta e perso il marito nel 1988, Evelina ha dedicato ancor più il suo tempo ai nipoti e alla parrocchia, infatti è stata per molto tempo catechista, animatrice in chiesa, ha guidato gruppi di ascolto e corsi liturgici, e si è occupata anche dei bambini all’oratorio, proponendo attività e accompagnandoli in gita. Ha fatto inoltre parte del consiglio pastorale. In paese tutti si ricordano di lei e la sua scomparsa, avvenuto lo scorso sabato 16 settembre, ha dato un gran dispiacere a molti. Tante infatti sono state le persone che negli anni hanno avuto Evelina come insegnante o catechista, e che in questi giorni hanno voluto porre le proprie condoglianze alla figlia Gabriella. Il funerale è stato celebrato nel pomeriggio di lunedì 18 settembre presso la chiesa parrocchiale del paese. 
E.Ma.
Invia un messaggio alla redazione

Il tuo indirizzo email ed eventuali dati personali non verranno pubblicati.