Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.337.834
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Domenica 03 maggio 2020 alle 11:16

Merate: la società incerta, il 4 videoconferenza con Semina

L'associazione ''La Semina'' di Merate propone nel pomeriggio di lunedì 4 maggio, dalle 18, una videoconferenza aperta curata dal professor Niccolò Addario, chiamata ''La società dell'incertezza''. Nel corso dell'incontro virtuale, sarà trattato il tema della società moderna e di come essa si distingua rispetto a quelle che l'hanno preceduta. Di seguito l'invito esteso dal sodalizio meratese con indicati i link per seguire l'incontro:
LUNEDI 4 MAGGIO ORE 18

Prof. Niccolò Addario

Tema: “LA SOCIETA’ DELL’INCERTEZZA”.

Abstract

La società moderna, diversamente da quelle che storicamente l’hanno preceduta, è la “società dell’incertezza”. Cercheremo di capire il perché e il come, ma sarò costretto a farlo in due tempi. Nella prima parte vedremo che le società non-moderne erano (e sono) orientate al passato. Tutte avevano (hanno) il culto della tradizione (espresso in modi diversi).  La società moderna, unica nella storia universale, è invece orientata al futuro. Tra le altre cose questo ci ha fatto scoprire una nuova temporalità della storia: il contemporaneo del non contemporaneo, ovvero la coesistenza, entro uno stesso tempo astronomico, di società strutturalmente molto differenti. Società che riteniamo appartengano a un tempo che per noi  è di gran lunga sorpassato. Questa nostra apertura al futuro ha due conseguenze di cui facciamo continua esperienza: a) le nostre decisioni, soprattutto quelle importanti, sono rischiose, potrebbero fallire, eppure dobbiamo decidere lo stesso, perché in ogni caso qualcuno per noi importante ci riterrà responsabile; b) vi sono continui accadimenti che incidono sulla nostra vita, ma che non potevamo prevedere e neppure pensare. Questa è l’incertezza che caratterizza un futuro aperto: l’intervento del caso e soprattutto dell’impensabile. La stessa scienza ha solo verità temporanee e spesso incomplete. Non a caso ciò che distingue la scienza   come tale è la sua falsificabilità.

Nella seconda conferenza cercherò di mostrare le ragioni propriamente strutturali di questa temporalità moderna, anche tramite un raffronto con altri tipi di società, quelli rivolti al passato (con esempi concreti di “contemporaneità del non contemporaneo”). Proporrò un approccio basato sulla teoria dei sistemi sociali e della complessità.

Nicolò Addario, già professore ordinario di Sociologia generale presso il Dipartimento di Comunicazione e Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia, è laureato in economia presso la Bocconi. Ha insegnato in diverse università e studiato sociologia presso la Temple University (Philadelphia, USA). È membro onorario dell’Associazione Italiana di Epistemologia e Metodologia Sistemica, ha scritto numerosi lavori di Sociologia economica e delle Organizzazioni, di Teoria sociologia e sul Pensiero sociale. Recentemente ha pubblicato Modernità antiliberale. Reazioni romantiche e pensiero politico antisistema nell’Europa di Otto e Novecento, Milano.

Questo evento include una videochiamata.
Partecipa: https://meet.google.com/fgw-stuc-kxi
+39 02 3041 9618 PIN: 848782148#

Visualizza altri numeri di telefono:
https://tel.meet/fgw-stuc-kxi?pin=9757437671970&hs=7

Associazione correlata:
- La Semina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco