• Sei il visitatore n° 505.946.998
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 02 maggio 2020 alle 10:54

Bernareggio: il quadro Covid e le novità dal 4 maggio

Mentre si avvicina l'attesa fase 2 dell'emergenza, giovedì 30 aprile il sindaco di Bernareggio Andrea Esposito ha fatto il punto in meriro alla situazione dei casi da coronavirus, aggiornando anche sulle novità previste dall'ultimo DPCM ministeriale, che regola appunto la seconda fase. Il nuovo quadro delle situazioni da Covid in paese vede intanto un aumento significativo dei positivi, che passano dai 54 della scorsa settimana a 68. Una crescita di oltre il 10%, che però, il sindaco ha precisato, va interpretata anche alla luce del maggior numero dei tamponi effettuati proprio nell'ultimo periodo. Le sorveglianze attive sono invece 40. Stabili i decessi. Sul fronte dei test sierologici, appena attivati anche in provincia di Monza e Brianza, il sindaco ha ricordato che verranno effettuati in primo ordine sugli operatori sanitari, e a seguire sulle persone che sono state in contatto con altre persone positive, e su coloro che hanno sintomi riconducibili al Covid. I test saranno gestiti direttamente da ATS. Sono diverse invece le indicazioni fornite in vista del 4 maggio, sulle azioni che sarà consentito fare fuori dalle proprie abitazioni e gli spostamenti permessi, in attesa di ulteriori restrizioni eventualmente disposte da Regione Lombardia. Gli spostamenti verranno autorizzati anche fuori dal comune sempre e solo per i casi di necessità, quindi per motivi di lavoro, salute, ed è stato aggiunto anche per le visite ai congiunti, fidanzati compresi. Una precisazione importante riguarda la riapertura dei parchi civici, perchè il Decreto prevede che quelli dotati di giochi per bambini rimangano ancora chiusi, quindi a Bernareggio restano ancora inaccessibili perchè di questo tipo. Rappresenta un caso a sè l'area libera del CTL3, che non rientra tra i parchi, e sarà quindi accessibile con tutte le norme di sicurezza sanitarie già previste: la corsa e l'attività fisica sono consentite soltanto in forma singola, e comunque mantenendo la distanza di sicurezza di almeno un metro per l'attività motoria, e di due metri per quella sportiva. Restano ancora precluse le forme di attività ludica in luogo pubblico e le feste private. Il sindaco ha sottolineato che il cimitero, in quanto area a rischio assembramento, rimane al momento ancora chiuso, nonostante il decreto preveda la possibilità di riaprirlo. Nel frattempo verrà preso tempo per fare una pulizia generale del cimitero e delle tembe, per essere pronti per quando verrà riaperto. I mercati sono autorizzati per la sola parte alimentare dal decreto, quindi a meno di ulteriori limitazioni da parte di Regione Lombardia, il comune si attiverà per riprendere il mercato per i soli generi alimentari. Per le attività di ristorazione sarà invece consentita la formula d'asporto, sempre rispettando una serie di norme restrittive. Per le persone anziane e dunque più fragili, il sindaco ha caldamente invitato a rispettare l'indicazione di non uscire se non per casi di stretta necessità. Sul capitolo mascherine, il comune ha a disposizione altre due forniture di dispositivi, una pervenuta da Regione Lombardia, mentre l'altra proveniente da una donazione importante di un privato. Nei prossimi giorni saranno quindi comunicate le modalità di distribuzione. Ultimo passaggio di Esposito, quello relativo a due bandi di Regione Lombardia, che il sindaco ha invitato a guardare per chi potenzialmente interessato, attivi nella finestra dal 4 all'11 maggio e visionabili sul sito del comune: da una parte il bando per il sostegno delle rate del mutuo sulla prima casa, e in secondo luogo per il sostegno all'acquisto dei dispositivi per la didattica a distanza.

 

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco