• Sei il visitatore n° 484.394.999
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 25 aprile 2020 alle 17:15

Ronco/Covid: aumentano i positivi, invariato il numero di decessi

Il comune di Ronco Briantino registra un nuovo caso di contagio da coronavirus, riportato all'amministrazione comunale dalla Prefettura. La novità sul fronte Covid è stata diffusa dal sindaco ronchese Kristiina Loukiainen mediante un comunicato diramato nella serata di venerdì 24 aprile per fare il punto sull'emergenza. Il numero dei positivi sale così a 21 casi, rimane invariato invece il dato sui decessi, fermi a 6.
Questo il comunicato del primo cittadino:
Cari ronchesi,
eccomi per aggiornarvi sulla diffusione del contagio da coronavirus a Ronco Briantino. Nelle ultime tre settimane c’è stato un solo nuovo caso di positività tra i nostri concittadini. Fortunatamente non ci sono stati ulteriori decessi.

Fin qui i numeri ufficiali; infatti non mi stanco di ripetere che vengono conteggiati solo coloro che per qualsiasi motivo, ma solitamente per un ricovero in ospedale, sono stati sottoposti al tampone. Gli altri, quindi chi pure si è ammalato ma è stato curato in casa, non risultano in questi numeri, così come i loro familiari non sono stati sottoposti alla sorveglianza attiva. Ed è proprio perché non è possibile avere certezza di chi è contagiato e quindi isolare solo i contagiati che è tanto importante rispettare le misure di isolamento sociale che la norma ci impone. Serve per fermare la diffusione del virus. Quindi dobbiamo uscire di casa solo per i pochi e ben noti motivi: lavoro, salute o situazioni di necessità come la spesa di alimentari. Sono ammesse poche altre motivazioni, come ad esempio l’assistenza agli anziani. Le altre cose devono aspettare.
È comprensibile che questa situazione, prolungandosi, diventa pesante e rischia di esaperare. E magari ci viene anche voglia di trasgredire, piuttosto che di trovare scappatoie. Continuo, però, a invitarvi tutti a tenere a mente il motivo delle limitazioni. Dobbiamo seguire le regole, in modo da poterle vedere allentare al più presto. Perché funziona così. Prima cala il numero di contagi e prima potremo tornare alle nostre attività, certo con tutti gli accorgimenti che ci saranno. Per il momento il nostro traguardo è il 3 maggio. Sarà mia cura informarvi con tutti i mezzi a disposizione nel caso ci fossero dei cambiamenti prima.
La necessità di stare alle norme attuali non ci impedisce di guardare avanti, però. Dobbiamo pensare a come organizzarci per il dopo. Uno degli argomenti di primo piano è la cura dei bambini una volta che si riapriranno le attività e i genitori torneranno ai posti di lavoro. In questa crisi gli anziani sono stati giustamente al centro dell’attenzione, ma non dobbiamo dimenticarci delle necessità delle famiglie con bambini e dei bisogni dei ragazzi che pure hanno visto stravolgersi la propria vita.
Ringrazio di nuovo i medici di base e tutto il personale medico e di cura per l’impegno eccezionale di queste ultime settimane e non solo. Così come ringrazio i volontari che rendono possibili tanti servizi diversamente impossibili. Ringrazio gli esercizi commerciali ronchesi e del territorio che stiamo riscoprendo anche grazie all’apprezzato servizio a domicilio.

Un abbraccio

Kristiina Loukiainen
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco