Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.779.161
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/05/2021
Merate: 6 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Giovedì 02 aprile 2020 alle 16:55

Bonus spesa, piazzole ecologiche, cimiteri. Le decisioni univoche dei sindaci meratesi

Scelte condivise per non creare divergenze sull'erogazione dei buoni spesa, definire l'accesso alla piattaforme ecologiche, ma anche temporeggiare con la riapertura dei cimiteri e non tornare a concedere la possibilità di fruire di giochi a premi come i gratta e vinci. Nel pomeriggio di mercoledì 1 aprile la conferenza dei sindaci del Meratese si è riunita in videoconferenza per decidere compatta come affrontare questioni in capo ad ogni singolo Ente, specialmente dopo l'attribuzione ad essi di decine di migliaia di euro ciascuno per i contributi che andranno a coprire le esigenze delle famiglie più povere nel reperimento di cibo e prodotti di prima necessità. In totale in provincia di Lecco, attraverso il provvedimento firmato dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, saranno distribuiti 1.798.352 € attraverso questi buoni spesa.

 

''In conferenza abbiamo cercato di trovare delle linee guida che dessero ai Comuni criteri uguali per assegnarli'' ha spiegato il presidente della conferenza dei sindaci meratese, il sindaco di Robbiate Daniele Villa. ''Se ci saranno differenze saranno lievi e i requisiti per le famiglie si baseranno sul reddito e il saldo del conto corrente tra marzo e aprile, alla presentazione delle domande. Favoriremo il coinvolgimento degli esercizi di paese, ma è ovvio che dovremo chiedere anche ai supermercati di accettare i buoni''. In un paese come Calco, ad esempio, che ha ottenuto circa 29mila euro, il contributo sarà dato a quelle famiglie che possono contare su una disponibilità economica inferiore ai 3mila euro (saldo del conto corrente) e che al netto di bollette, mutui e tasse non hanno avuto introiti superiori a 500 euro. L'entità del buono raggiungerà la somma 150 euro per i nuclei famigliare da un componente solo, 250 euro per due componenti e 350 euro per tre componenti. Ci saranno incrementi di 100 euro per chi ha bambini da 0-3 anni o persone non autosufficienti a carico. Ogni Comune fornirà nelle prossime ore, salvo chi già non lo abbia fatto, indicazioni precise attraverso comunicazioni alla cittadinanza e delibere di giunta che definiscono l'erogazione dei buoni.
Presa mercoledì in conferenza una scelta anche per le isole ecologiche, come anticipato. ''Stiamo aspettando una risposta dal sindaco di Lecco che verrà convocato dal Prefetto nel comitato per l'ordine pubblico provinciale per capire se avremo la possibilità, come deciso in conferenza, di riaprire settimana prossima le discariche'' ha spiegato Daniele Villa. ''Si potrà accedere solo per motivi contingenti, come ad esempio chi ha molto verde e non può più tenerlo in casa''. I sindaci hanno inoltre deciso di non anticipare la riapertura dei cimiteri, almeno non prima del 13 aprile, e continuare a vietare ai cittadini di giocare al gratta e vinci o simili.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco