Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 339.895.407
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/05/2020

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Sabato 28 marzo 2020 alle 09:28

Contagi

Leggendo gli articoli della ras di brivio e del convento di sabbioncello, mi è tornata in mente una frase ascoltata settimane fa alla tv durante una intervista lungo le strade di una città. una voce di sottofondo diceva "sono venuto in italia per lavorare, devo lavorare, non posso...."era un extracomunitario. ho fatto alcune considerazioni: le strutture non assumono ma si servono (o devono servirsi?) dei servizi delle agenzie di lavoro, i non italiani lavorano per queste agenzie e forse non conoscendo il problema, sottovalutano i sintomi pur di lavorare. sarà forse questo il problema?
Carla
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco