Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 339.895.519
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/05/2020

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Giovedì 26 marzo 2020 alle 17:20

Parco Curone: vietata l'attività di taglio dei boschi ai cittadini

Vietata ai privati cittadini l'attività di taglio dei boschi durante l'emergenza epidemiologica legata al COVID-19. Possono proseguire le attività selvicolturali svolte da imprese agricole e imprese boschive. Si tratta di una decisione assunta da Regione Lombardia, sentiti il Comando regionale dei Carabinieri forestali e il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, alla luce dei vari provvedimenti governativi che si sono succeduti in questi giorni e che vietano lo spostamento dalla propria abitazione. La notizia è stata rilanciata dal Parco di Montevecchia e Valle del Curone, che raccomanda alle imprese di garantire la massima sicurezza sui luoghi di lavoro. "Le strutture sanitarie in queste settimane, soprattutto in Lombardia, sono oberate e non riescono a garantire normalmente le proprie attività - osservano dall'Ente Parco - Ove possibile, si raccomanda di effettuare lavorazioni a basso rischio di infortunio".

Il rilascio delle autorizzazioni di taglio bosco in aree protette, ricevute a partire dal 23 febbraio, resterà in stand-by fino alla prossima stagione silvana 2020/2021 (il termine di quella attuale per il territorio del Parco è fissata al 31 marzo). Per il taglio ordinario di boschi ricadenti negli ambiti territoriali del Parco il privato deve infatti presentare una specifica istanza di denuncia.

Come per tutti gli uffici pubblici del territorio, per contenere il contagio del Coronavirus, l'accesso anche a quelli del Parco del Curone presso Cascina Butto a Montevecchia è possibile solo previo appuntamento telefonico (039 9930384) e solo per esigenze indifferibili.

M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco