Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 332.238.360
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/03/2020

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Mercoledì 25 marzo 2020 alle 11:20

Carnate: Pierluigi Monaco cassa di risonanza per due iniziative 'anti-virus'

Pierluigi Monaco
In un momento in cui le informazioni drammatiche la fanno da padrone, alcuni segnali di speranza provengono dalla rete, e più precisamente dal mondo del tango argentino. Due belle proposte di segno opposto alle notizie che circolano, che vogliono infondere speranza attraverso l'arte. Il denominatore comune è il tango argentino, e in entrambe c'è un pezzetto di Carnate. A rappresentarlo è Pierluigi Monaco, volto noto in paese, specie per le tante iniziative di stampo sociale portate avanti, nonché per la sua riconosciuta vena di intrattenitore, esibita in occasione di feste ed eventi di paese.
E il risvolto sociale non manca nemmeno in questa occasione. Monaco ha infatti deciso personalmente di fare da cassa di risonanza alle due iniziative, e ad una di queste ha anche preso parte attivamente. "Una prima "idea", che ha preso forma nelle scorse settimane, ha visto impegnati dodici artisti musicisti, tra Milano e Firenze, uniti in un abbraccio virtuale sulle note di Oblivion di Astor Piazzolla - spiega Monaco - Un tango sul balcone trasformato in un piccolo palcoscenico. Uno spettacolo da mettere in rete con una missione speciale". "Non vogliamo perderci d'animo nella battaglia contro il virus - spiegano gli organizzatori - Il nostro tango vale come un abbraccio virtuale sulle note di Oblivion di Astor Piazzolla, brano malinconico ma bello, come l'Italia in questi giorni difficili.




https://youtu.be/hKUgFwdH_8o

Dunque un tango sospeso, che suona come il "caffè sospeso" di Napoli,  lasciato pagato al bar. Come un abbraccio virtuale nella speranza di "tornare presto ad abbracciarci tutti". Altra iniziativa, di natura più interattiva, e targato Lombardia, propone un abbraccio "virtuale" bene augurante e di speranza in una milonga (locale dove si balla targo argentino) versione casalinga. Una sorta di inno contro il coronavirus. Gli organizzatori hanno chiesto a circa 500 ballerini di tango argentino - tra cui Monaco, il primo a comparire nel filmato - un piccolo passo o sequenza di passi, montata e inserita in un video sulle note della canzone Believer degli Image Dragons.





https://youtu.be/XgQyAPQoreg

"Bastano pochi secondi, uno spezzone filmato con il telefonino nelle vostre cucine, salotti, camere, corridoi, giardini, balconi, l’importante è il messaggio - aggiungono gli organizzatori - l’augurio è che il tango non si fermi e vogliamo ritrovarci presto tutti quanti per abbracciarci in Milonga". In questa prima Domenica di Primavera il video è stato messo in rete e ha portato un po' di gioia e allegria, perchè, come dicono gli organizzatori, "il Tango è un incontro, Tango è un abbraccio, il Tango è vita". Le due iniziative mirano ad essere, nel loro piccolo, incentivi di speranza e portatori di conforto, in un periodo non semplice.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco