Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.521.935
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/09/2020

Merate: 13 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Mercoledì 25 marzo 2020 alle 10:17

Ancora sulla spesa fuori comune

Caro MOL,
scusatemi ma chiedo ancora una volta un vostro chiarimento su una questione banale come la spesa fuori dal proprio comune o la consegna della spesa ai propri genitori anziani che abitano in un altro comune.
Voi oggi, in risposta a una lettera, avete scritto che è possibile:
"Lo ha precisato ieri sera l'assessore regionale al bilancio Davide Caparini: si può uscire dai confini del comune per fare la spesa. Uno per famiglia, mascherina e distanza di sicurezza."
Quindi nel caso di comuni senza supermercati/discount, come S. Maria (teniamo conto che molte persone/famiglie sono in difficoltà e che non si possono permettere i prezzi dei piccoli negozi) o dove il supermercato/discount è chiuso per ristrutturazione (vedi il caso de La valletta Brianza) è possibile continuare a recarsi nel discount più vicino (MD di Dolzago), per la spesa settimanale, come del resto stiamo facendo da settembre/ottobre 2019, data della chiusura per ristrutturazione dell’MD della Valletta?
Lo chiedo, perché ho l’impressione che l’ulteriore restrizione sul divieto di spostamento da un comune all’altro, (concepito, prevalentemente, per evitare l’esodo di massa da nord a sud in conseguenza delle chiusure di fabbriche e uffici, giusto?) venga applicato troppo soggettivamente e rigidamente.

Riporto l’esperienza di una signora letta oggi online:
“mi hanno appena fermato le vigilesse di Merate, mi hanno fatto storie, mi hanno detto che rischio una denuncia penale perché ho portato la spesa ai miei genitori in un comune diverso dal mio. Sono ultrasettantenni e in più mio padre è asmatico ... ognuno interpreta la legge a modo suo. Io sono anche un insegnante e questa cosa mi lascia basita. Mi hanno fatto compilare l'autodichiarazione e mi hanno detto che rischio una denuncia penale.”
Rischiare una denuncia penale per portare la spesa ai propri genitori fuori comune o per fare la spesa una volta alla settimana in un comune che dista 4 km. da casa mia ( Dolzago) perchè non c’è un supermercato/discount nel mio comune e quello limitrofo – La Valletta – è chiuso per ristrutturazione?
Ma vi sembra ragionevole? E soprattutto, secondo voi si può fare?
I sindaci (per quanto riguarda vigili e protezione civile) e la prefettura di Lecco (per le forze dell’ordine) non dovrebbero dare indicazione di applicare queste norme con buon senso?
Personalmente credo che chi ci deve giustamente controllare debba tenere conto che siamo comuni piccoli senza servizi; non siamo un comune come Merate o Monza dove uno ha molta scelta. Non credo, quindi, che sia giusto penalizzarci e anche spaventarci. In questo periodo lo siamo già abbastanza.
 
Una lettrice scorata
Questo è quanto pubblicato dal sito ufficiale del comune di Merate a firma del Sindaco su indicazione di S.E. il Prefetto.

CHIARIMENTI: SPOSTARSI PER FARE LA SPESA

Pubblicata il 23/03/2020
Come chiarito dalla Prefettura di Lecco con riferimento alle disposizioni recate dall’ordinanza interministeriale del 22 marzo 2020 che fa divieto alle persone fisiche di spostarsi in comuni diversi da quello in cui si trovano, si rappresenta che la spesa rientra tra le esigenze di assoluta urgenza.
I cittadini di comuni non serviti da esercizi commerciali o nei quali gli esercizi commerciali risultano insufficienti a soddisfare il bacino di utenza, possono fare la spesa nei comuni limitrofi.
E’ SEMPRE consentito il ritiro della spesa prenotata on-line presso esercizi di comuni diversi, anche non limitrofi, purché al controllo sia esibita la documentazione comprovante la prenotazione.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco