Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 332.008.382
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/03/2020

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Lunedì 23 marzo 2020 alle 19:01

Brivio: 14 positivi (+ 4 su domenica) e 26 casi di sorveglianza attiva. Un aiuto h 24

Come accade ormai quotidianamente, il sindaco di Brivio Federico Airoldi ha diramato un comunicato in cui informa i concittadini circa l'emergenza epidemiologica. I numeri dicono che ad oggi i contagi sono aumentati di quattro unità rispetto a domenica, arrivando oggi a 14 positivi. Le persone sottoposte a sorveglianza attiva sono invece 26, e il primo cittadino ha rinnovato il suo invito a non uscire e ha ringrazia i briviesi per la pazienza che stanno dimostrando.
Di seguito il comunicato completo:
Gentili concittadini, eccovi l'aggiornamento quotidiano sull'evoluzione dell'epidemia.
I dati appena ricevuti dalle autorità sanitarie relativi al territorio del Comune di Brivio evidenziano 14 casi di positività al Covid (+4 rispetto a ieri) e 26 casi di sorveglianza attiva.
In Lombardia 28.761 contagiati totali, di cui 9.266 pazienti ricoverati, e 1.183 in terapia intensiva. In Lombardia i decessi ammontano a 3.776, quindi 320 in 24 ore.
Oggi sono stati effettuati parecchi controlli da parte della Polizia Locale e delle forze dell'ordine nel nostro territorio, e non sono state riscontrate violazioni.
Vi ringrazio per la pazienza ed il sacrificio che state affrontando. Non ci sono altri mezzi per combattere il virus se non quello di evitare i contatti interpersonali per contenere la trasmissione da individuo ad individuo, e quindi dobbiamo continuare a stare in casa.
Come ampiamente documentato dai mezzi di informazione le terapie intensive sono sature e gli operatori sanitari sono allo stremo delle forze. Molti sono contagiati e molti hanno già dato la vita. In questo momento il miglior modo per aiutare i sanitari è stare in casa.
All'Ospedale di Merate è stato potenziato il circuito di distribuzione dell'ossigeno con l'installazione di una nuova cisterna da 6000 litri.
Molti medici pensionati, anche nel meratese, sono rientrati in servizio per supportare il personale sanitario nei vari reparti ospedalieri.
In Comune i servizi sono ridotti all'essenziale ma ci stiamo dando da fare 24 ore su 24 per assistere i concittadini che hanno necessità d'aiuto ed alleviare il senso di solitudine che si sta diffondendo in questi giorni, soprattutto negli anziani.
Sono e siamo a vostra disposizione per ogni necessità, per dare informazioni e per chiarire dubbi.
Per questo vi invito a seguirmi ed a consultare anche  la pagina ufficiale del Comune di Brivio.
Buona serata, a voi ed alle vostre famiglie.

Il Sindaco
Federico Airoldi

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco