• Sei il visitatore n° 476.272.985
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 07 marzo 2020 alle 14:18

Inaugurazione Conad, CambiaMerate: gravissima violazione del decreto del presidente del consiglio. ''Sono sospese tutte le manifestazioni che prevedono affollamento di persone a meno di un metro''

A Sua Eccellenza il Prefetto di Lecco Dott. Michele Formiglio
A mezzo pec prefettura.preflc@pec.interno.it


Al Sindaco di Merate Sig. Massimo Panzeri
A mezzo pec comune.merate@halleypec.it


E p.c. Assessore regionale al Welfare Avv. Giulio Gallera
A mezzo pec welfare@pec.regione.lombardia.it


E p.c. agli Organi di stampa





SINDACO E VICE AD UN'AFFOLLATA MANIFESTAZIONE CHIEDIAMO LE DIMISSIONI E L'INTERVENTO DEL PREFETTO


"Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull'intero territorio nazionale, si applicano le seguenti misure: sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato, che comportano l'affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro." È una delle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 che, tra l'altro, chiude scuole, università e l'accesso alle residenze sanitarie per anziani.

Il decreto inoltre raccomanda distanze di sicurezza tra le persone, sanificazioni e obbliga i sindaci alla diffusione di misure di prevenzione igienico-sanitarie. Sono a tutti noti gli ulteriori provvedimenti che chiudono ambulatori, accesso ai pronto soccorso e prevedono grosse limitazioni alla socialità.

Pur tuttavia a Merate, nella mattinata di oggi 7 marzo, il sindaco Massimo Panzeri, insieme al vicesindaco Giuseppe Procopio, partecipano ad un'affollata manifestazione per l'inaugurazione del rinnovato supermercato di Via Bergamo, ove le immagini diffuse dalla stampa evidenziano che non vi è stato alcun rispetto delle distanze previste dal decreto governativo.

Si tratta di un gravissima violazione dello stesso decreto che evidenzia l'assoluta mancanza del senso di responsabilità che il momento storico richiede. Per di più la violazione viene commessa dal Sindaco - munito di fascia tricolore - che è Autorità di Pubblica Sicurezza sul proprio territorio comunale, in barba a quelle raccomandazioni che il vicesindaco Procopio ha diffuso, pur essendo presente e gongolante alla manifestazione, evidentemente vittima di uno stato di dissociazione mentale.

Perché, mentre si sospendono servizi essenziali come scuole, università, e si impongono grosse limitazioni alla socialità, i nostri sentono l'impellente necessità di prendere parte, quali coprotagonisti, ad una del tutto non indifferibile inaugurazione di un supermercato?


Si tratta di una mancanza di rispetto per tutti coloro, sanitari in primis, che - con enormi sacrifici - stanno profondendo uno straordinario sforzo umano e professionale.

Chiediamo anzitutto un rigoroso intervento da parte di Sua Eccellenza il Prefetto di Lecco teso ad imporre all'amministrazione comunale e, per essa, al Sindaco di Merate, il rispetto dei provvedimenti governativi. Chiediamo in questa sede le dimissioni del Sindaco di Merate Massimo Panzeri per manifesta incapacità di adempiere al ruolo per il quale è stato eletto, con la precisazione che riproporremo la richiesta nelle forme e nelle modalità previste da Statuto e Regolamento del Consiglio comunale.

Aldo Castelli, Patrizia Riva, Gino del Boca, Alessandro Pozzi, Roberto Perego
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco