Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 353.932.142
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Martedì 11 febbraio 2020 alle 09:05

Ambito di Merate: oltre 100 domande per un alloggio a canone popolare. 15 le case disponibili. E' emergenza

Si chiama disagio abitativo ed è la mancanza di una casa che identifichi il nucleo famigliare.
Un problema con cui i comuni si trovano a dover fare i conti con sempre maggiore frequenza poiché numerosi sono i casi che approdano agli uffici dei servizi sociali: perdita del posto di lavoro con conseguente contrazione del reddito e della possibilità di fare fronte ad adempimenti quali affitto e mutuo, separazioni e divorzi che mettono uno dei coniugi in stato di indigenza, persone anziane con pensioni al minimo.
Si ha così un quadro che, a ben vedere, è paradossale: a fronte di un mercato immobiliare fermo e con migliaia di appartamenti sfitti o invenduti c'è una domanda per un "tetto" molto elevata che non trova soddisfazione.
Ad illustrare il primo avviso pubblico per l'assegnazione di unità destinate ai servizi abitativi pubblici (SAP) è stata Lucia Di Furio dell'ufficio casa. Tra novembre e dicembre sono state raccolte le domande per l'assegnazione di 15 alloggi. Complessivamente sono giunte 101 richieste di cui il 42,6% da parte di nuclei famigliari in stato di indigenza. 5 comuni sui 24 dell'ambito (Airuno, Calco, Imbersago, Olgiate, Santa Maria) non hanno patrimonio immobiliare a disposizione. La distribuzione degli appartamenti è così ripartita tra i 24 comuni dell'ambito: n. 4 alloggi di proprietà dell'Aler Bergamo-Lecco-Sondrio U.O.G. di Lecco dislocati sul territorio di Airuno, Barzago e Casatenovo - n. 3 alloggi di proprietà del Comune di Barzago - n. 1 alloggio di proprietà del Comune di Cremella - n. 2 alloggi di proprietà del Comune di Merate - n. 1 alloggio di proprietà del Comune di Missaglia - n. 1 alloggio di proprietà del Comune di Robbiate - n. 1 alloggio di proprietà del Comune di Sirtori - n. 2 alloggi di proprietà del Comune di Verderio Dal punto di vista della distribuzione delle domande se ne contano: Airuno 16, Barzago 9, Casatenovo 27, Cremella 2, Merate 23, Missaglia 2, Robbiate 12, Sirtori 1, Verderio 9.

La composizione dei nuclei familiari che hanno fatto richiesta è la seguente con una predominanza della prima e dell'ultima fascia:
 


Nel corso della presentazione delle domande l'ufficio casa ha riscontrato difficoltà burocratiche come certificazioni incomplete o errate così come criticità quali sfratti giudiziali in corso, abitazioni in vendita per morosità incolpevole, redditi non sufficienti per nuclei monoparentali per i bisogni primari, necessità di cambi alloggio per sovraffollamento.
A fronte delle domande si è poi passati ad analizzare l'offerta.
Sono 653 gli alloggi disponibili tra SAP (320 servizi abitativi pubblici), SAS (32 servizi abitativi sociali) e uno destinato ad altra residenzialità.

CLICCA SULLA TABELLA PER IL QUADRO COMPLETO

3 alloggi sono in fase di ristrutturazione a Missaglia 15 le unità abitative SAP libere nei comuni di Barzago, Cassago, Lomagna, Merate, Olgiate, Robbiate (di proprietà Aler) eBarzago, Casatenovo, Merate, Missaglia, Osnago (di proprietà comunale). Altre 15 quelle che si libereranno nel corso del 2020 per effetto del normale turn over.
Complessivamente si ritiene di poter assegnare per servizi abitativi pubblici un totale di 16 alloggi tra Aler e proprietà comunali.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco