Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 353.762.470
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Lunedì 10 febbraio 2020 alle 17:38

Prolasso genitale e incontinenza urinaria: il Mandic ai più alti livelli prestazionali con Del Boca e l’ideatore della tecnica in chirurgia mininvasiva, ''Pectopexy'', il prof. Noé V.P. di ISGE

Un riconoscimento non certo casuale che colloca l’Ostetricia Ginecologia del San Leopoldo Mandic ai vertici lombardi per l’eccellenza nelle prestazioni anche le più complesse.



Gregorio Del Boca, Anna Biffi e il prof. Gunter K. Noè



Giovedì mattina è stato ospite presso la sala operatoria di ginecologia del presidio di via Cerri il professor Gunter K. Noè di Colonia (Germany), vicepresidente internazionale della ISGE (International Society of Gynecological Endoscopy)
Il tema della giornata verteva sulla chirurgia del prolasso genitale.



Il professore è l'ideatore della tecnica definita Pectopexy che prevede in chirurgia mininvasiva il posizionamento di una rete che viene quindi fissata ad un legamento del bacino permettendo così di sospendere la vagina, la vescica ed il retto.


Il professore tedesco coadiuvato dal dottor Del Boca ha eseguito due interventi, un prolasso della cupola vaginale e una isterectomia subtotale, entrambi con posizionamento della mesh.


Questi interventi erano già stati praticati dall'équipe del dottor Del Boca all'ospedale Mandic ma la possibilità di operare con l'ideatore della procedura ha permesso di perfezionare la tecnica e di apprendere quei “trucchi” per rendere sempre meno invasivo l’intervento e migliorarne ulteriormente il decorso. Il tutto al fine di poter offrire alle pazienti un risultato ottimale.




Il prolasso genitale e l'incontinenza urinaria sono condizioni frequenti che interessano circa un quarto della popolazione femminile soprattutto in età menopausale.
La chirurgia di riparazione del prolasso è gravata da una percentuale non irrilevante di recidive; la applicazione di tale procedura consentirebbe di ridurne significativamente l'incidenza.




Era presente il professor Fabio Ghezzi, ordinario di ginecologia all'università dell'Insubria di Varese, tra i più brillanti e capaci laparoscopisti italiani, con il quale da anni il dottor Gregorio Del Boca condivide una proficua collaborazione professionale.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco