Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 344.274.669
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 07/07/2020

Merate: 16 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Venerdì 07 febbraio 2020 alle 11:49

Merate: flash mob contro il bullismo nella scuola. Il sindaco Panzeri: state con i deboli


In occasione della giornata nazionale contro il bullismo a scuola, questa mattina piazza Prinetti a Merate si è riempita di centinaia di studenti del comprensivo Alessandro Manzoni. Accompagnati dai docenti si sono disposti su due file nello spazio centrale del quadrilatero e hanno animato la manifestazione con pensieri e un canto simbolo di questo "no" alla violenza nelle scuole, al sopruso di chi è più fragile, all'isolamento e all'emarginazione.


https://youtu.be/AnLrK6szYoU

Grandi e piccoli (c'erano infatti sia i ragazzi delle medie che quelli delle elementari) hanno così ascoltato assieme gli inviti al rispetto dei compagni che si tramuta in aiuto reciproco ma soprattutto al rifiuto netto del bullo e delle sue azioni violente e oppressive.

Poi, terminata la canzone che ha trascinato un po' tutta la piazza raccogliendo l'attenzione e la curiosità dei presenti, si sono scambiati simbolicamente un fiore regalandolo anche a diversi cittadini e alle autorità.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
Un monito è arrivato anche dal sindaco Massimo Panzeri, presente assieme all'assessore Franca Maggioni, che ha inviato i ragazzi a rifiutare qualunque forma di violenza e sopruso, a stringere legami sinceri e fraterni ma soprattutto a stare dalla parte del più debole.

Franca Maggioni e Massimo Panzeri

Nell'occasione è stata presentata anche un'opera realizzata da una ragazza di 3^A, Luna, che sarà utilizzata come simbolo del progetto contro il bullismo portato avanti nel corso dell'anno e che rappresenta il bimbo bullizzato sott'acqua, senza ossigeno e quindi soffocato
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco