Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 344.773.315
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/07/2020

Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Mercoledì 15 gennaio 2020 alle 18:57

Calco, elezioni: per il centrodestra spunta l’ipotesi Cagliani, collaboratrice di Castelli

Lucia Cagliani

Quello di Lucia Cagliani è il primo nome a circolare con insistenza come possibile candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative che si terranno a Calco la prossima primavera.
Storica militante della Lega di Lecco, all'epoca del suo mandato da ministro della giustizia, tra il 2001 e il 2006, Roberto Castelli le affidò il ruolo di suo referente territoriale per il lecchese.
Cagliani dovrebbe dunque andare a raccogliere l'eredità di Giuseppe Magni, ex sindaco e oggi consigliere comunale di minoranza, anch'egli vicinissimo a Castelli nei primi anni 2000 (tanto che fu incaricato di occuparsi delle carceri), che corse alla carica di primo cittadino con i simboli di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia alle passate elezioni, poi vinte dal centrosinistra guidato da Stefano Motta.
Quest'ultimo, rispetto al quale non si hanno ancora notizie di una nuova ricandidatura, nel 2015 vinse con la lista civica ''Progetto Calco'' staccando di ben 13 punti la lista di centrodestra guidata da Magni, che arrivò 31,70%. Motta fu peraltro in grado di ottenere un sonoro (malgrado l'astensionismo si fece sentire non poco, con solo il 56% di votanti)  47,39% nonostante di liste afferenti all'area del centrosinistra ce ne fossero in lizza addirittura due: ''Insieme per Calco'', capitanata da Giancarlo Sala, che riuscì per un soffio ad ottenere un seggio in consiglio comunale (con il 10,47% dei voti) al contrario di ''Nuova era a Calco'', che schiero Franca Oberti non andando però oltre il 10,43%.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco