Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.293.116
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2020

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 20 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Domenica 12 gennaio 2020 alle 16:07

Merate: Ronzinante in scena per la Memoria con ''Wannsee''

Venerdì 24 gennaio 2020 alle 21 in occasione della Giornata della Memoria, la compagnia Ronzinante Teatro debutterà con lo spettacolo “WANNSEE” scritto da Ivano Gobbato, nella cornice dell’Auditorium Comunale “Giusi Spezzaferri” di Merate.

I FATTI

Berlino, martedì 20 gennaio 1942, mezzogiorno. Il salone principale di una grande villa si affaccia sul Wannsee, uno dei luoghi più pittoreschi della città. Sta per avere inizio una riunione cui parteciperanno ufficiali SS di grado medio-alto e funzionari di alto livello di alcuni Ministeri, della Cancelleria del Reich e della Cancelleria del Partito Nazional-Socialista. Nel corso dell’incontro, che non durerà neppure due ore, saranno illustrate “le misure organizzative, tecniche e materiali per una soluzione definitiva del problema ebraico in Europa”.

Gli attori di Ronzinante si misureranno, come già successo con altre produzioni, con uno spettacolo documentario che riprende fedelmente quanto avvenuto durante la drammatica riunione. Un’atmosfera estremamente “normale”, un incontro operativo, una riunione dai toni a volte aspri ma mai sopra le righe, tutto si svolge con il massimo rispetto e la massima cordialità.
Alti funzionari e gerarchi delle SS e del Reich prendono una decisione molto importante per il futuro dell’Europa.
La forza e la drammaticità dell’opera si traduce in una perfetta apatia rispetto all’argomento trattato, il problema della questione Ebraica viene liquidato in meno di due ore con una soluzione che stravolgerà l’intera popolazione mondiale.
Così, la banalità del male, come la definì Hannah Arendt, emerge in tutta la sua forza, un male estremo ma mai demoniaco che può invadere e devastare il mondo, perché cresce in superficie come un fungo. Una riunione, di per sé, molto operativa, nessun pensiero profondo, solo qualche scontro sulle modalità, ma nulla di più: banale, appunto.
Diretti da Giuliano Gariboldi, sul palco saranno presenti lo stesso regista, Lorenzo Corengia, Matteo Apicella, Matteo Veneziani, Luigi Pellicioli, Emiliano Zatelli, Valentina Bucci, Paola Lungo, Sara Veneziani, Marzia Farina, Djuzepe Dalsaso e Floriana Pellicioli

Lo spettacolo sarà proposto a tutta la cittadinanza gratuitamente e senza necessità di prenotazione in quanto l’evento fa parte delle manifestazioni commemorative organizzate dal Comune e dalla Biblioteca Civica di Merate. Lo stesso spettacolo sarà infatti rappresentato anche la mattina del 24 gennaio per gli studenti della scuola media inferiore “A. Manzoni” di Merate.

Tutte le informazioni c/o la Biblioteca a Merate o scrivendo a info@ronzinante.org e biblioteca.civica@comune.merate.lc.it   

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco