Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 324.545.156
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/01/2020

Merate: 103 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 46 µg/mc
Lecco: v. Sora: 43 µg/mc
Valmadrera: 66 µg/mc
Scritto Venerdì 10 gennaio 2020 alle 11:52

Paderno: l’ampliamento dell’asilo solo con fondi regionali e per un uso polifunzionale

Che l'ampliamentodellascuola dell'infanzia Arcobaleno non fosse più una necessità dell'Amministrazione comunale di Paderno lo si era capito anche ad inizio dicembre quando la sua realizzazione, che costerebbe in tutto 1,4 milioni di euro, non era più stata prevista nel piano triennale delle opere pubbliche. Rimane tuttavia quello per aumentare gli spazi dell'infanzia un intervento inserito nel Piano di Governo del Territorio che dal 2018 la precedente e l'attuale Giunta, prima con Renzo Rotta ed ora con il suo successore Gianpaolo Torchio, vogliono rimodellare attraverso una variante che arriverà ad approvazione forse la prossima primavera.

Dell'ampliamento ne hanno parlato durante la riunione della consulta territorio, svoltasi in Cascina Maria nella serata di mercoledì 8 gennaio, sia Rotta che Torchio, spiegando in buona sostanza che al momento - anche per via dell'andamento demografico - non c'è nessuna ragione per premere affinchè l'ampliamento venga realizzato in breve tempo, e che si potrà effettuare solo se arriverà un importante finanziamento dai fondi per l'edilizia scolastica che la Regione mette a disposizione attraverso un contributo europeo.

Il sindaco Gianpaolo Torchio

''Il tema dell'ampliamento della scuola ce lo siamo posti'' ha spiegato Torchio rivolgendosi ai componenti della consulta. ''Sappiamo dove sta andando in questo momento la natalità ed è una fase calante che il paese non vive per la prima volta. Anche in passato i tassi ricominciarono a crescere. Perciò l'ampliamento dell'asilo rimane un'opera che vogliamo realizzare ma che si farà solo se arriverà un importante contributo dalla Regione. In quel caso i nuovi spazi li potranno avere sicuramente un uso polifunzionale''. Torchio, chiudendo il suo intervento, ha detto che la riqualificazione del centro storico, su cui punta forte la variante del Piano di Governo del Territorio, rimane la priorità dell'Amministrazione in carica.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco