Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.291.223
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2020

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 20 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Mercoledì 08 gennaio 2020 alle 19:11

La ''Merate che non c'è più'': è scomparsa Carlina Spada la parrucchiera della piazza


Carlina con il fratello Tony

Avrebbe compiuto 90 anni il prossimo 2 febbraio Carla Spada vedova Penati.
Per tutti era Carlina la parrucchiera o, per restare in famiglia, la sorella di Tony Spada. Nativa di Merate aveva vissuto per un certo periodo in Vicolo Tre Spade ed era conosciutissima per la sua attività aperta in piazzetta Faverzani alla fine degli anni Cinquanta. Qui in un locale con diverse postazioni per il lavaggio dei capelli e una per il taglio, offriva un servizio per i tempi di eccellenza.

Il negozio di Via Carlo Baslini

Anzitutto era stata la prima parrucchiera ad avere aperto bottega in città e poi la sua professionalità si era presto diffusa e dai paesi vicino le signore venivano per farsi acconciare da lei. Non solo gente semplice ma anche di un certo livello che, sapendo della sua abilità nel taglio e nella piega, era disposta a percorrere qualche chilometro per arrivare a Merate.

A metà anni Ottanta aveva cambiato sede spostandosi nel palazzo di Via Carlo Baslini, in un locale accanto all'Isola del Sole. Anche qui uno spazio unico cui si era aggiunto anche l'angolo dell'estetica con una persona che si occupava della manicure.

A destra Carlina nel negozio di Piazzetta Faverzani

La manualità, in realtà, era un dono di famiglia. Il papà Giovanni infatti era un intagliatore del legno: sue le statue ligne nella chiesa di Bellano, le panche nell'atrio del municipio di Merate e diversi arredi in alcuni negozi storici di Merate.
I funerali si svolgeranno giovedì 09 gennaio alle ore 11 in chiesa parrocchiale.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco