Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.768.021
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/08/2020

Merate: 15 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Sabato 28 dicembre 2019 alle 12:40

Robbiate, la consegna di 25 borse di studio. Il vicesindaco Cagliani: ''Torniamo ad occuparci di scuola''

Sono 25 in tutto gli studenti delle superiori premiati dall’Amministrazione comunale di Robbiate per l’ottimo rendimento dimostrato a scuola. Consuetudine ormai consolidata lo svolgimento della cerimonia di consegna delle borse di studio al termine dell’ultimo consiglio comunale dell’anno e solitamente vicina al periodo natalizio, come avvenuto nella serata di venerdì 27 dicembre.

L’assise, riunitosi per approvare – tra le altre cose – il bilancio preventivo, ha avuto in via eccezionale un pubblico particolarmente nutrito, composto da studenti e genitori. Prima di consegnare attestato e assegno, il sindaco Daniele Villa e il vicesindaco Antonella Cagliani, assessore all’istruzione del Comune, hanno voluto rivolgere alcune parole ai ragazzi e alle ragazze meritevoli presenti in sala consigliare. ''Siete le eccellenze del nostro paese e non possiamo che essere fieri di voi, che sarete i cittadini di domani'' è stato il commento di Villa. ''Mi auguro che in futuro saprete mettere al servizio degli altri il vostro impegno, per il bene del nostro paese. Sostenendo il vostro percorso formativo vi aiutiamo a diventare uomini e donne che siano capaci di lasciare il segno, a Robbiate e nel mondo''. Dapprima l’assessore all’istruzione, nel suo intervento, si è detta colpita dal fatto che negli anni siano stati premiati più volte gli stessi studenti, il ché è segno – ha spiegato - ''che nelle eccellenze c’è una certa continuità''.

Il vicesindaco Antonella Cagliani, il sindaco Daniele Villa,
il segretario comunale Rosa Renda e l'assessore Eleonora Dozio

''Ho notato che a volte abbiamo premiato i fratelli o le sorelle di chi aveva già ricevuto questo riconoscimento, e questo significa che in alcune famiglie l’attenzione allo studio è davvero alta'', ha aggiunto. Poi l’assessore all’istruzione è riuscita a strappare l’applauso del pubblico per ciò che ha detto rispetto allo stato di ''salute'' della scuola, al giorno d’oggi, e alla sua importanza. ''Voi avete ben capito quando il sapere sia determinante nelle nostre vite'' ha spiegato, rivolgendosi ai giovani presenti in aula. ''Ci tocca da vicino, ci porta ad interrogarci continuamente. Lo studio ci permette di sapere il più possibile, permette ad ognuno di noi di mettersi in relazione con la storia passata e presente. Permette di confrontarci con gli altri e costruire insieme relazioni. Se l’Italia nel '900 si è affermata tra le prime economie del mondo, gran parte di questo merito va alla scuola e alle insegnanti che hanno combattuto l’analfabetismo. E’ per loro che il nostro Paese si è man mano popolato di studiosi. In questo momento, purtroppo, la nostra scuola è in crisi. Forse non è altro che lo specchio delle riforme fatte in questi anni, che non considerano la scuola con un obbiettivo primario e fondamentale della nostra società. Ed è proprio in ragione dello sforzo che questi ragazzi e queste ragazze che premiamo questa sera che il nostro sostegno deve essere massimo. Dobbiamo tornare ad occuparci della scuola, di una scuola che formi individui e non dei lavoratori. Sento spesso chiede come mai si studia ancora il latino o il greco. Un giornalista ha di recente risposto che è come andare in cyclette, non ti porta da nessuna parte. Eppure sono materie che allenano la nostra mente a ragionare. Il mio augurio, infine, è quello di continuare a credere nei libri e nella cultura, che forse non darà da mangiare ma un significato alle nostre esistenze lo dà eccome''. A parte qualche assente, la maggior parte dei premiati ha ritirato di persona la propria borsa di studio.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Di seguito l’elenco completo degli studenti meritevoli di quest’anno: Leonardo Gementi, Chiara Conte, Francesca Sironi, Giada Perego, Matteo Di Rosolini, Marta Campana, Andrea Covri, Dalia Varotto, Sofia Magni, Chiara Ferrandi, Aurora Perego, Elisa Spini, Alice Mazzolari, Giorgia Grieco, Christian Biffi, Sofia Casati, Febe Varotto, Marta D'Abrusco, Sofia Valluri, Silvia Consonni, Alessandra Casiraghi, Alessandro Riva, Samuele Crippa, Sabrina Galbiati e Lorenzo Gaslini.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco