• Sei il visitatore n° 505.952.242
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 09 dicembre 2019 alle 14:40

Assemblea d’ambito: consulta e gruppo di rappresentanza in arrivo, varato l’indirizzo

Promuovere un confronto continuativo con le associazioni e il terzo settore da una parte, mantenere sempre viva l’attenzione sulle problematiche sociosanitarie del territorio dall’altra. Con la seduta di giovedì sera, 5 dicembre, l’assemblea dell’ambito distrettuale di Merate ha approvato gli atti di indirizzo per la costituzione di una nuova consulta d’ambito, che era prevista dal piano di zona varato nel 2018, e di un gruppo di rappresentanza istituzionale che parteciperà con una certa frequenza a dei vertici periodici, già previsti da un accordo quadro stipulato con Retesalute, insieme alle direzioni dell’ASST di Lecco e dell’ATS Brianza.

L’assemblea d’ambito allarga e fortifica in questo modo la sua presenza sia nei riguardi del settore dell’associazionismo sociale che in quello gestionale della macchina sociosanitaria del territorio. I due strumenti sono stati al centro del dibattito dell’assemblea riunitasi in municipio a Merate giovedì sera, entrambi introdotti dal presidente dell’ambito distrettuale Filippo Galbiati.



Laura Pozzi, Filippo Galbiati e Flavio Donina


''Sull’opportunità di creare la consulta ne ha discusso a lungo il comitato d’ambito, oltre ad essere una delle indicazioni inserite nel 2018 nel piano di zona'' ha spiegato Galbiati. ''E’ un’azione che riteniamo importante perché sappiamo come il territorio della Brianza Meratese è veramente ricco di associazioni di volontariato e soggetti del terzo settore. Con alcuni abbiamo già rapporti nei vari ambiti di competenza. Riteniamo però necessario che questi rapporti siano meglio strutturati a fronte di un confronto continuativo. In questo senso, dobbiamo dimostrare di essere capaci di relazioni più strette con questi soggetti''.


La costituzione della nuova consulta d’ambito partirà da una manifestazione di interesse volta a raccogliere dal territorio la volontà di adesione da parte degli operatori di volontariato e delle società del terzo settore. Secondo quanto spiegato da Galbiati giovedì sera, una volta raccolte le adesioni saranno scelti i settori di azione della consulta, che potrà essere organizzata anche in sottogruppi. Gli ambiti saranno indicativamente quelli relativi alla disabilità, agli anziani, ai minori e agli adulti in difficoltà, e il loro compito in generale sarà quello di concepire idee di integrazione all’offerta sociosanitaria presente sul territorio. ''Non ci immaginiamo uno strumento ipertrofico e dispersivo, ma che – attraverso un’organizzazione per tematiche - abbia obbiettivi concreti e realizzabili'' ha proseguito Galbiati.



In prima fila, più a sinistra, l'assessore di Cremella Cristina Brusadelli

''Nell’atto di indirizzo viene citata la figura del coordinatore della consulta, che immaginiamo debba anche effettuare ovviamente un lavoro di restituzione delle tematiche affrontare, magari attraverso un report annuale da presentare in questa assemblea''. Dopotutto il territorio offre un numero considerevole di realtà che potrebbero prendere parte ai lavori della consulta. Sono numerose, nell’ambito di Merate, le associazioni impegnate nell’area sociosanitaria. A spiegarlo è stato Flavio Donina, responsabile dell’ufficio di piano di Retesalute, che poi ha aggiunto che alla consulta non mancherà il supporto dell’ufficio di piano e nemmeno un confronto costante con il comitato e l’assemblea d’ambito. ''Ciò che deve essere chiaro – ha proseguito – è che le associazioni non dovranno portare il proprio simbolo, ma creare un confronto costruttivo''. Il nuovo gruppo di rappresentanza istituzionale dell’assemblea distrettuale, che si propone di interfacciarsi con costanza con gli enti che gestiscono i servizi sociosanitari territoriali, sarà composta dal presidente dell’assemblea, e dunque Galbiati, il presidente o un suo delegato del CdA di Retesalute, dal sindaco di Merate Massimo Panzeri, da un sindaco di rappresentanza del casatese e del meratese (che le rispettive assemblee dei sindaci ancora devono esprimere) e dal vicepresidente del distretto meratese, e cioè il vicesindaco di Olgiate Maurizio Maggioni.



Il sindaco di Merate Massimo Panzeri

''Anche in questo caso – ha spiegato Galbiati – si tratta di dare un metodo e di riconoscere con chiarezza chi sono i nostri rappresentanti che si confronteranno di continuo con ASST e ATS. Consapevoli dell’accordo quadro già preso da Retesalute con questi enti, ci siamo proposti di partecipare a queste azioni con un nostro gruppo di riferimento''. A spiazzare l’assemblea, durante il dibattito sul punto, l’intervento dell’assessore di Cremella Cristina Brusadelli. ''Sono certamente per la pluralità, ma a volte ho l’impressione che ci siano troppi gruppi, troppe commissioni e qualcosa, ogni tanto, si perde per strada. Alla fine di tutto si ritorna qui, all’assemblea distrettuale. Sono ovviamente a favore sia della consulta che del gruppo di rappresentanza, ma spero che qualcosa non rimanga indietro''.


Anche il sindaco Massimo Panzeri, poco dopo, ha espresso un parere positivo rispetto ai due strumenti approvati dall’assemblea, a patto che ''non rimangano un esercizio teorico''. Secondo Laura Pozzi, assessore di Missaglia, il gruppo di rappresentanza – che non dovrà avere un’incisività propria ma dovrà dipendere dall’assemblea – potrà tornare utile per affrontare certe questioni ancora aperte. ''Se prendiamo ad esempio gli accordi presi per il Presst di Olgiate e del Casatese, ci rendiamo conto che entrambi stentano a realizzarsi, a mio avviso, perché una delle due gambe su cui deve appoggiarsi il progetto non è troppo stabile.

Con questo gruppo e con una presenza più costante tenteremo di rendere stabili entrambe le gambe''. Sia l’atto di indirizzo della consulta d’ambito che quello per il gruppo di rappresentanza istituzionale hanno avuto la piena approvazione dell’assemblea distrettuale.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco