Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 319.995.439
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/11/2019

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Lunedì 02 dicembre 2019 alle 08:40

A Robbiate in CC le 98 sagome di donne uccise nel 2019

''Le 98 donne italiane vittime di violenza, morte nel 2019, sono simbolicamente con noi''. Queste le parole, pronunciate dal sindaco Daniele Villa, che hanno aperto la seduta del consiglio comunale che si è riunito a Robbiate nella serata di venerdì 29 novembre, a distanza di quattro giorni dalla giornata internazionale per l'eliminazione della violenza di genere.

98 sagome femminili sono state con l'occasione riposte su ognuna delle sedie a disposizione per il pubblico nella sala consiliare del Municipio di Piazza Repubblica. Poco prima di invitare i presenti a rispettare un minuto di silenzio per tutte le vittime, Villa ha citato il discorso che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva pronunciato nella ricorrenza di lunedì:
''Molto resta ancora da fare. Ogni donna deve sentire le istituzioni vicine. Tutti noi dobbiamo continuare ad adoperarci nella prevenzione del fenomeno, nel concreto sostegno delle vittime e dei loro figli, nella applicazione rigorosa degli strumenti esistenti, nel reperimento delle risorse necessarie e nell'elaborazione di ciò che serve per intercettare e contrastare i segnali del maltrattamento delle donne''.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco