Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 320.000.084
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/11/2019

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Domenica 01 dicembre 2019 alle 14:33

Merate: un’app per adottare animali, l’idea di Chiara che nasce con il cagnolino Jack

Adozioni, mercatino, negozi e attività, offerte e "appello per gli smarriti": questi gli obiettivi della nuova applicazione di annunci dedicata al mondo degli animali, made in Merate, ''Papets''. Lo scopo dell'applicazione è di mettere a portata di mano tutto quello che serve a chi possiede un animale o che vorrebbe averlo. Ma il vero obiettivo dell'ideatrice, Chiara Dozio, è quello di trasmettere dei valori in tutti i servizi ideati.



Chiara Dozio con Jack

''Vorremmo che ogni persona trovi l'animale più adatto a sè e al suo stile di vita'' ha spiegato la meratese. ''Ci piacerebbe rendere felici le persone e gli animali, più facile il collegamento tra di loro, più immediati anche i contatti tra persone e attività che operano nel settore. Insomma, vorremmo che Papets faccia felici tutti. Chi adotta, chi regala, chi vende e chi compra, chi ha smarrito l'animale e lo ritrova''.
L'applicazione non riguarda solo cani e gatti, ma ogni tipo di animale d'affezione come coniglietti, cavalli, criceti e tutti i relativi oggetti e attività. La sezione "smarriti", la preferita della giovane ideatrice, potrà aiutare tante persone a ritrovare il loro cucciolo. Ogni volta che qualcuno pubblica un annuncio in questa categoria una notifica automatica viene inviata a tutti gli utenti registrati con l'immagine e tutti i dati per contattare il padrone nel caso di ritrovamento o avvistamento dell'animale. Il servizio dispone di una parte dedicata anche alle aziende e ai servizi, per dare loro l'opportunità di essere visibili su un'applicazione di settore che ha l'obiettivo di diventare il punto di riferimento del mondo degli animali.

L'ideatrice, Chiara, è una grafica di ventisei anni, nata e cresciuta a Merate e particolarmente sensibile. ''La mia filosofia è 'Life is better with pets!'. Condividere la vita con un animale la rende senza dubbio migliore.  Ho avuto gatti, cani, un coniglio, criceti, pulcini, pesci, uccellini e chi più ne ha più ne metta. Ho imparato tanto dagli animali, soprattutto negli ultimi 7 anni grazie a Jack, il mio cane. Mi ha insegnato tante cose a cui noi umani spesso non diamo peso''. La passione non avrebbe portato all'ideazione di questa innovativa applicazione se non grazie anche alla formazione della giovane, la quale, dopo aver frequentato la scuola superiore di grafica a Lecco ha deciso di specializzarsi in un corso post diploma triennale di grafica e comunicazione. Musa ispiratrice della creazione, o, meglio il muso ad aver ispirato Chiara non poteva che essere quello di Jack.
''E' proprio grazie a Jack che è nata l'idea di Papets. Una mattina dell'estate 2018, avevo preso un giorno di ferie dal lavoro e mi stavo godendo una colazione in relax sul terrazzo con tanta gratitudine per quel momento. L'ho guardato che era beatamente sdraiato a prendere il sole, e gli ho detto: ''che bella vita che fai Jack, sei proprio fortunato'' ...passa le giornate giocando, mangiando e rilassandosi. Ho subito pensato a quei poveri cuccioli che passano la vita nelle gabbie in attesa di trovare una famiglia... ma come mai? mi sono chiesta. Forse perchè non hanno abbastanza visibilità? E come facciamo al giorno d'oggi a dargli l'opportunità di essere più visibili? Da qui l'idea di un'applicazione dedicata agli animali. Ormai al giorno d'oggi gira tutto intorno agli smartphone e alle applicazioni''. Dopo l'idea nata osservando il suo fedelissimo Jack, Chiara ha raccontato di aver iniziato a buttare giù idee su un quaderno, ''Ne ho parlato con la mia famiglia e ho trovato tanto appoggio fin da subito in Massimo, il mio ragazzo, che ha deciso di lavorare insieme a me per portare avanti questo sogno'' ha concluso. ''Abbiamo passato più di un anno e mezzo a progettarlo e finalmente ora è pronto. Siamo riusciti a fare tutto da soli, appoggiandoci solamente a dei programmatori ed alla professionalità dello Studio Legale Corbetta per la stesura dei moduli di privacy e dei contratti. Grafiche, loghi, testi e struttura e tutta farina del nostro sacco, e questa è una grande soddisfazione. Chissà, magari un giorno, e sarebbe davvero un sogno, grazie a Papets ci saranno meno cuccioli in cerca di casa, e più case piene di amore''.
Chiara e Massimo hanno voluto creare un'applicazione che non fosse solo mirata alle adozioni, ma che riuscisse a coprire un po' i vari ambiti del settore animali in modo da renderla utile a più persone, e hanno già molte novità in programma. Di seguito il link per gli appassionati www.papets.it.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco