Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 320.039.153
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/11/2019

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Mercoledì 27 novembre 2019 alle 16:10

Ronco: presentati i lavori di ampliamento delle scuole medie

Una serata per presentare i lavori di ampliamento della scuola media di via Mandelli. Si è tenuto lunedì nell'auditorium civico di Ronco Briantino, l'incontro che ha fatto chiarezza sull'intervento previsto, che l'istituto attende da anni. Era il 2015, infatti, quando veniva pubblicato il bando che offriva la possibilità di ottenere fondi dello stato per operazioni di edilizia scolastica.

Ad entrare nel merito del piano lavori e delle tempistiche fissate per la realizzazione della nuova "ala" scolastica, ha pensato quindi il responsabile dell'ufficio tecnico, l'architetto Giovanna Lonati, dopo l'introduzione del sindaco Kristiina Loukiainen. Il primo cottadino ha ripercorso la strada non semplice per raggiungere il finanziamento, arrivato dopo un riadattamento del primo progetto esecutivo, a causa dell'introduzione di una normativa sull'edilizia scolastica del 2018.

Ora però, dopo anche l'assegnazione del bando per la realizzazione dell'opera, affidato ad inizio anno con il criterio dell'offerta economica più vantaggiosa, la partenza dei lavori è dietro l'angolo, come spiegato dall'architetto, anche se l'avvio del cantiere a dire il vero era già previsto per la fine di ottobre. Inizio poi slittato a data ancora da definirsi, ma si parla a questo punto di giorni.

Il piano terra della palazzina

Dall'avvio delle attività bisognerà poi calcolare 240 giorni di cantiere - tenendo conto di ulteriori slittamenti dati dalle condizioni meteo - durante i quali le lezioni non verranno interrotte: i ragazzi delle medie continueranno infatti la normale ad usufruire dei due edifici a pianta circolare attualmente in uso, per poi spostarsi nella nuova palazzina, una volta terminati i lavori. La nuova struttura sarà disposta su due piani praticamente speculari, ciascuno con tre aule per le lezioni curricolari, e verrà dotata di ascensore come prescrive la normativa per i disabili. Nel piano interrato verrà ricavato invece un vespaio.



l primo piano della nuova scuola media

Sulla futura destinazione dei due vecchi edifici, una volta "traslocati" gli alunni, la legge impone il mantenimento dell'edificato esistente. E allora saranno adibiti ad aule per attività extracurricolari, come sale informatica e musica, ma anche locali tecnici. Il sindaco non ha inoltre escluso la possibilità di utilizzare questi spazi che verrebbero liberati, a beneficio delle associazioni di paese. Ma di questa eventualità se ne parlerà più avanti.



Il cantiere recintato

Per quanto riguarda i costi dell'opera, il contributo statale si aggira sul milione e 200mila euro, a cui il comune ha aggiunto circa 300mila euro. Per un importo complessivo di circa un milione e mezzo di euro, da cui sono esclusi gli arredi scolastici, e comprensivo dell'impianto di riscaldamento e dei vari progetti presentati, da quello preliminare al prospetto esecutivo.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco