Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 317.607.369
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 01/11/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 29 µg/mc
Lecco: v. Sora: 25 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Giovedì 07 novembre 2019 alle 15:47

Seregno-Carnate: Corbetta chiede certezze per la riapertura

Novità importanti per i pendolari lombardi, e soprattutto per i brianzoli. Ancora nessuna invece per gli ex pendolari della Seregno-Carnate. Da gennaio infatti il trasporto ferroviario brianzolo potrà contare sui nuovi treni acquistati dalla Regione per Trenord. La notizia dell'ampliamento della flotta dell'azienda era attesa da mesi, e adesso è arrivato anche l'annuncio ufficiale, che è stato dato dal vicepresidente della Commissione Trasporti del Pirellone, Andrea Monti della Lega. I primi 15 treni Caravaggio, del lotto previsto da 176 convogli, entreranno in funzione da gennaio 2020, e saranno anche le tratte brianzole le prime a beneficiarne, la S8 (Lecco-Carnate) e l'S11(Chiasso-Como-Milano). L'investimento totale, anche questo noto da tempo, è pari 1,6 miliardi di euro. Da febbraio in avanti, poi, sulle altre direttrici saranno immessi 2 treni al mese. Anche di questo ha parlato il consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta, nell'interrogazione presentata nelle scorse ore in consiglio comunale, e incentrata soprattutto sulla risoluzione delle difficoltà tecniche legate all'emissione e il riconoscimento dei nuovi biglietti integrati.

Sul nuovo parco treni, invece, Corbetta da tempo esprimeva la richiesta di destinare i nuovi convogli in arrivo prioritariamente alle tratte che attraversano la Brianza. "Voglio esprimere soddisfazione - ha detto a riguardo Corbetta - per il fatto che nel 2020 parte dei nuovi convogli Caravaggio, acquistati da Regione Lombardia con un investimento da 1,6 miliardi, circoleranno sulle linee S8 e S11 che interessano il territorio di Monza e Brianza. Si tratta infatti dell’area che ha maggiormente risentito dei rincari dovuti all'introduzione del sistema integrato ed è giusto che vi sia la giusta attenzione da parte di Trenord nei confronti dei pendolari brianzoli. Sono inoltre del parere che si debba progettare la riapertura, anche parziale ma in tempi certi, della linea ferroviaria Seregno - Carnate oggi sospesa". Per Corbetta la soluzione ipotizzabile e più verosimile, per una linea a frequenza di utenza così ridotta, sarebbe quella di istituire alcune corse la mattina, e poi nel tardo pomeriggio e in serata, per coprire almeno le fasce di punta. Scongiurando il rischio di una soppressione definitiva dela tratta.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco