Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.506.880
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/05/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Giovedì 12 maggio 2011 alle 08:31

Lecco: la mappa della popolazione straniera in città. Pescarenico il quartiere più popolato. Africa e Europa dell’est le provenienze

Cresce la popolazione residente nel comune di Lecco e con essa il numero degli immigrati, passando, nell'ultimo decennio, da 46.083 del 2001 a 48.114 del 2010 per il totale dei residenti e da 1620 a 4388 per gli stranieri. Nel 2001 la percentuale degli stranieri sul totale dei residenti nel Comune di Lecco ammontava al 3.6%, nel 2010 è addirittura triplicata, toccando il 9.1%.


La crescita quindi dal 2001 al 2010 è in continuo aumento, anche se è nel 2003 che in realtà si è verificato il picco massimo, fino a subire invece un rallentamento negli anni successivi, fino al trend stabile registrato negli ultimi anni; chiaro simbolo di un fenomeno graduale e lento. Invertito invece il trend che vedeva il sesso forte primeggiare sulle quote rosa. La rivincita le donne se la sono presa nel 2008, mentre nel 2001 erano il  43.8% e il 51.3% nel 2010, forse proprio a causa delle diverse esigenze, mutate negli anni: da un semplice ricongiungimento famigliare, alla ricerca di un vero e proprio lavoro.


La graduale femminilizzazione del fenomeno migratorio può essere inoltre legata all'iniziativa di sanatoria del lavoro domestico oltre ad un radicato ruolo delle donne dell'est in questo settore. Si riconferma a distanza di anni il quartiere di Pescarenico quello con la presenza più alta di stranieri residenti, il 14.7% nel 2006, primo anche al Centro che seguiva con il 14.03%.  Stessi dati anche per il 2010, che vede invece il quartiere di Bonacina tra i più bassi in quanto a percentuale di residenti stranieri, solo l'1.16 %.


La maggior parte degli immigrati, l'87.69%, proviene da paesi extraeuropei dove prevalgono gli uomini. Il 35% è originario dell'Africa e di questi, ben il 92% proviene dal Nord Africa. Per quanto riguarda l'Europa invece, al primo posto troviamo l'Albania con il 21.6%, seguita dalla Romania con il 16.34%. L'età media dei residenti resta invariata negli anni e a raggiungere la città sono per la maggior parte uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 30 anni (25%). Discreta infine la percentuale dei nuclei famigliari: dai dati raccolti e aggiornati al 12 aprile 2010, il 30.9% degli stranieri risulta infatti coniugato.
C.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco