• Sei il visitatore n° 466.900.972
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 31 ottobre 2019 alle 17:18

Merate: stasera in Consiglio Robbiani dirà perché 130 alberi andranno abbattuti. La minoranza si prepara a dare battaglia

Mentre le piante della città continuano a cadere sotto i colpi delle motoseghe abilmente manovrate dagli operai dell'impresa Colombo Giardini che sta operando con un contratto in proroga dal 1° settembre al 31 dicembre, Andrea Robbiani da una parte e Roberto Perego dall'altra si stanno preparando per il gran duello di questa sera.

Andrea Robbiani e Roberto Perego

Cominciamo dal bollettino giornaliero degli abbattimenti. Secondo l'assessore all'ambiente, dal censimento commissionato dalla precedente amministrazione guidata da Andrea Massironi con Massimiliano Vivenzio all'ambiente, sono 130 le piante che debbono essere sollecitamente abbattute. Il censimento è del 2017 mentre la relazione tecnica effettuata dall'appaltatore è di novembre 2018. Dunque anche oggi si è proceduto con gli abbattimenti selettivi: 5 tigli in via Lombardia - ma sembra che se ne dovranno segare altri tre - e due a Novate nella piazzetta antistante l'ex scuola elementare. Il saldo a oggi sfugge ma più o meno siamo attorno alle quaranta piante demolite.

Piazza Vittorio Veneto a Novate

Stasera invece con un question time, peraltro molto dettagliato e una interrogazione, il Consiglio comunale affronterà il tema. E i toni già salgono. Robbiani si è già detto disponibile a rispondere a tutte le domande anche se il regolamento su interrogazioni e domande a risposta immediata (question time) prevede tempi contingentati. Ma il clamore suscitato da questa campagna di abbattimenti deve aver suggerito alla maggioranza leghista di non tirare troppo la corda. L'Assessore - che notoriamente si presenta in Aula ben documentato - spiegherà il perché di questi tagli ripercorrendo la storia sin dall'avvio del censimento che, ripetiamo, è da ascrivere alla maggioranza precedente, peraltro rappresentata tuttora dal vice sindaco Giuseppe Procopio, dall'assessore al bilancio Alfredo Casaletto, dall'assessore alla cultura Fiorenza Albani e dal consigliere e presidente della commissione finanze Fabio Tamandi. Con relazioni, certificazioni di agronomi, slide e quant'altro servirà alla causa, Robbiani tenterà di depotenziare le polemiche e dare risposte credibili e esaustive all'opposizione. La quale, dal canto suo vedrà in campo il capogruppo Aldo Castelli e l'avvocato Roberto Perego cui è affidato il compito, in assenza del collega Alessandro Pozzi, di sostenere il confronto.

Viale Lombardia

Sarà sicuramente una serata movimentata e ricca di spunti dato che l'uno e l'altro esponente politico di maggioranza e minoranza sono capaci e esperti di dibattiti in Consiglio.

In attesa dunque del confronto lasciamo qualche domanda anche noi sul tavolo: è possibile avere almeno due perizie sul medesimo albero oppure rivedere i risultati del censimento per verificare se davvero le condizioni delle 130 piante sono tali da dover essere tutte abbattute? Che cosa si prospetta per le robinie del parco delle Rimembranze molte delle quali sono oggettivamente in condizioni precarie avendo una settantina d'anni? Non sarebbe stato opportuno procedere gradualmente con abbattimenti e immediati rimboscamenti con alberi già adulti? Dove vanno a finire le tonnellate di legna opportunamente sezionate?

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco