• Sei il visitatore n° 495.065.944
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 ottobre 2019 alle 18:05

Mandic: allarme sicurezza notturna, un solo agente (disarmato) di guardia. La paura nel racconto di un tecnico di Radiologia

L'ospedale Mandic di Merate
L’ultimo allarme in ordine di tempo l’ha lanciato oggi un tecnico sanitario di radiologia medica (TSRM). E di fatto ripropone l’annosa questione della sicurezza dentro il presidio San Leopoldo Mandic nelle ore notturne. L’Operatrice ha informato la direzione strategica e la dirigenza del reparto di Radiologia di quanto accaduto nelle scorse notti. Ecco il suo racconto:
- “La notte del 21 ottobre vengo avvertita della presenza in Ospedale di persone che hanno spaccato alcune porte: essendo sola, temo per la mia incolumità, soprattutto quando la porta della Radiologia resta aperta durante l'esecuzione degli esami”.
- La notte del 26 ottobre, durante un esame in TAC,  vengo informata dal PS che un pazzo ubriaco è uscito dal PS e vaga nell'Ospedale; ovviamente sono sempre sola, e purtroppo verifico che l'ubriaco è effettivamente passato in Radiologia, e che fortunatamente ne è uscito, senza fare nessun danno a me, al paziente in attesa o al materiale della Radiologia.

 Il problema della sicurezza in Radiologia durante la notte è conosciuto da tempo: il TSRM è solo, ed è urgente trovare una soluzione dato che, solo in questo ultimo anno, si sono verificati almeno due episodi gravi (il paziente che, lasciato solo perché nel frattempo era stato portato un altro paziente in TAC, è caduto dal lettino e il furto del  PC di un collega).
La denuncia, come dicevamo, è stata inoltrata ai vertici aziendali. E’ evidente la pericolosità della situazione. Ed è altrettanto evidente che un solo operatore di una società privata di sicurezza è insufficiente a presidiare l’intero ospedale. Soprattutto perché la regola d’ingaggio non consente all’agente di portare un’arma. Per cui da più parti, in particolare proprio dalle unità operative aperte h 24, si sollecita un posto di polizia, nel caso del Mandic si presume occupato dai carabinieri, oppure l’estensione del contratto alla società di vigilanza affinché disponga almeno due uomini a presidiare il nosocomio dalle 22 alle 6. Ma con funzioni di guardia notturna armata.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco