• Sei il visitatore n° 495.711.439
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 ottobre 2019 alle 17:59

Robbiate: chiesto il rinvio a giudizio per il 65enne che uccise la madre il giorno di Natale


La procura di Lecco - nella persona del sostituto Andrea Figoni - ha depositato richiesta di rinvio a giudizio per Marco Olginati, il 65enne di Robbiate che, il 25 dicembre scorso, ha ucciso l'anziana madre con cui conviveva nell'abitazione di Via Fermi, traversa della centralissima via Mario Riva. La macabra scoperta - come si ricorderà - era stata fatta la mattina di Natale dall'operatrice dell'ATS che si occupava di Luigia Mauri, classe 1929, da lungo tempo allettata e prossima ad essere trasferita in una struttura sanitaria. Presentatasi, come tutti i giorni alla porta dell'alloggio condiviso da madre e figlio, la donna non aveva ricevuto risposta: insospettita aveva dapprima allertato i vicini salvo poi richiedere l'intervento delle forze dell'ordine. Una volta all'interno dell'appartamento i vigili del fuoco e i Carabinieri della Compagnia di Merate si erano trovati dinnanzi ad una scena raccapricciante con la vittima esanime nel letto, colpita al capo con una serie di martellate e l'Oggioni disteso a terra, probabilmente dopo un tentativo di gesto estremo.

L'allora comandante di Compagnia magg. Roberto De Paoli e il comandante della stazione carabinieri Edonio Pecoraro

Trasferito in carcere a Monza - dove si trova tutt'ora - dopo un primo ricovero in ospedale, l'uomo è stato già sottoposto a perizia: è stato dichiarato - in incidente probatorio - parzialmente capace di stare in giudizio. A breve dovrà comparire dinnanzi al GUP del Tribunale di Lecco, con la scelta della strada processuale da intraprendere poi a discrezione dell'avvocato Luisa Bordeaux, suo difensore.

Articoli correlati
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco