Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 428.068.955
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 ottobre 2019 alle 16:36

ASST Lecco: le RSU lasciano il tavolo delle trattative. Si rischia un altro sciopero

Minacciano di tornare nuovamente a incrociare le braccia i dipendenti dell'ASST lecchese. L'incontro che si è svolto nella giornata di ieri con la direzione strategia, e che fa seguito alla mobilitazione dello scorso 4 ottobre davanti ai presidi e alle sedi territoriali, non ha sortito i risultati sperati e le risposte che si attendevano non sono arrivate.


Turni, ferie, carenza di personale, premialità, carichi di lavoro sono alcune delle questioni portate sul tavolo dalle rappresentanze sindacali e che non sarebbero state recepite come atteso.

Per questa ragione abbandonato il tavolo i rappresentanti dei lavoratori se ne sono andati con l'impegno a ritornare a "trattare" solo quando arriveranno risposte concrete dall'ASST.

Ecco il comunicato integrale:
Comunichiamo a tutti i  dipendenti ASST Lecco che a seguito dell’incontro del 23 ottobre, con la direzione strategica nel quale sono state presenta tabella situazioni personale e informativa dati relativi alle ore e ferie arretrate senza nessuna risposta risolutiva al disagio espresso dai lavoratori con lo sciopero del 4 ottobre. Questa RSU  ha abbandonato l’incontro con l’impegno di ripresentarsi al tavolo quando saranno presentate proposte concrete per la risoluzione delle problematiche relativa alle carenza del personale, un piano di recupero ore e ferie arretrate, proposta contrattuali fondi produttività/premialità, fondo passaggi orizzontali, aumento indennità di disagio  e pagamento indennità di turno con modello 2/2/2,riconoscimento tempi di vestizione, aumento numero  part time, analisi carichi di lavoro e criticità ( assenza personale, sospensione ferie e riposi, mobilità interne) per dipartimenti/servizi, l’integrazione del regolamento mobilità interna con bandi annuale interno di concorso posti liberi e relative graduatorie.
Senza alcuna risposta concreta riproporremo la proclamazione dello stato di agitazione e un eventuale ulteriore sciopero.                 


La RSU ASST Lecco
rsu@asst-lecco.it

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco