• Sei il visitatore n° 505.281.625
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 14 ottobre 2019 alle 14:49

''Design per tutti'' presenta la serata ''Omaggio a Bruno Munari''

Mercoledì 16 ottobre 2019, presso LevelHUB si terrà "Omaggio a Bruno Munari" una serata aperta al pubblico scandita in tre momenti. Dopo il grande successo della prima edizione di "Design Per Tutti" promossa da Level Office Landscape, arriva una nuova iniziativa che rende omaggio a Bruno Munari, artista e designer che ha avvicinato le persone al mondo del design. Con la stessa modalità dei 4 incontri che a maggio del 2019 hanno raccontato ai partecipanti le sfaccettature di questa disciplina grazie all'intervento di esperti del settore, la serata del 16 ottobre aprirà le porte a professionisti, studenti e anche ai semplici appassionati della materia.

LevelHUB di La Valletta Brianza sarà nuovamente palcoscenico di design con un focus su Bruno Munari, personaggio che, decenni fa, è riuscito a formulare un messaggio univoco e universale, perché a recepirlo e a comprenderlo sono stati i destinatari più diversi.

Mercoledì 16 ottobre, dalle ore 20:00 alle 21:30, Level Office Landscape lo omaggerà con una serata celebrativa, dove il ricordo del grande artista e designer scomparso nel 1998 sarà condiviso e riportato al presente da Massimo Gianquitto e Alberto Casiraghy.

Cortesia di Rexite

La serata "Omaggio a Bruno Munari" sarà scandita in tre momenti:

La prima parte, quella introduttiva, sarà affidata a Massimo Gianquitto. CEO di Level Office Landscape, è architetto e docente di Storia dell'Arte Contemporanea presso lo IED di Milano, oltre ad aver pubblicato numerosi testi, ultimo dei quali incentrato sulla Land Art. Il 16 ottobre 2019 lo vedrà impegnato con una introduzione sulla figura di Munari, nel corso della prima parte della serata che vuole celebrarlo. "Chi era Bruno Munari"? -una domanda che probabilmente si porranno in molti e alla quale Massimo Gianquitto sarà ben lieto di rispondere. "Bruno Munari ricorda la figura del filosofo della classicità, come i presocratici che insegnavano a pensare e a comprendere il mondo" anticipa Gianquitto. "Ma in realtà è stato un filosofo moderno, "artista e designer" che non si rivolgeva ai propri allievi con superiore e formale distacco, ma che era invece capace di coinvolgerli in un divertente gioco di apprendimento, in cui le parole cedevano il posto alle immagini. Con la comunicazione visiva appunto, che si è dimostrata la chiave vincente del suo futuro e del nostro presente, dando valore a questa sua felice intuizione".

Alberto Casiraghy è l'uomo che ha conosciuto personalmente il maestro del design. E infatti il cuore della serata sarà proprio dedicato a una sua testimonianza: "Il mio incontro con Bruno Munari". Sarà Gianquitto a moderare l'intervista a Casiraghy, autore di poesie, racconti e fondatore della casa editrice Pulcinoelefante, nata nel 1982, la cui vita è segnata da incontri favolosi. Infatti, oltre a Bruno Munari, Casiraghy ha avuto la grande opportunità di lavorare insieme alla poetessa Alda Merini. "Quando Massimo Gianquitto ha saputo che conoscevo personalmente Munari, mi ha chiesto di partecipare a questa serata e sono subito nate tantissime idee. Ho avuto l'occasione di stampare dei materiali al Maestro e grazie al mio lavoro tra noi è nata una bella simpatia. Non mi scorderò mai le sue frasi emblematiche come "Ci sono torroni impossibili!" rivela Casiraghy: "Sapete che cosa vuol dire? Ve lo racconterò il 16 ottobre da LevelHUB!".

"Omaggio a Bruno Munari" si concluderà con un laboratorio creativo al quale prenderanno parte tutti i presenti alla serata. "Sculture da viaggio", che riprende l'opera del Maestro, verterà sulla realizzazione di sculture con carta e caratteri tipografici.

Cortesia di Rexite

Bruno Munari è traccia certa della contemporaneità. Nel senso che la sua arte è presente al tempo stesso in più discipline: dalla pittura alla scultura, alla fotografia, alla cinematografia, al design. Oltre al fatto che, il designer nato a Milano nel 1907 e scomparso nel 1998, ci ha lasciato un contributo che ancora oggi risulta attuale. I suoi progetti sono stati esposti a Milano così come al MoMa di New York. Bruno Munari ha reso il design un concetto semplice, assolutamente comprensibile e praticabile a tutti e da tutti. Forse anche grazie alla sua vicinanza al mondo dei bambini e dei loro giochi, per cui ha scritto molti libri -di qui il Premio Andersen come migliore autore per l'infanzia nel 1974. Tra le opere di design più celebri ricordiamo Le Forchette di Munari, Falkland -la lampada in tessuto elastico concepita per Danese oppure Cubo -posacenere anni 50 che riscopre e valorizza tale forma geometrica che è sempre apparsa come visivamente chiusa. Infine Concavo-convesso, che rappresenta la perfetta parità tra astratto e concreto. E come non citare Abitacolo, una sperimentazione senza precedenti per cui ha vinto il Compasso d'Oro oggi prodotta da Rexite? Presente in esclusiva all'interno di LevelHUB durante la serata del 16 ottobre è una sperimentazione senza precedenti (nasce nel 1971) che non si impose per un disegno deciso né per l'uso dei materiali ma per la sua utilità, flessibilità e adattabilità alle differenti funzioni domestiche come dormire, leggere e studiare, meditare e ricevere.

La partecipazione alla serata è gratuita, riserva il tuo posto scrivendo a info@levelhub.net

Level Office Landscape

Via Lombardia 87, La Valletta Brianza (Lc)

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco