Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.858.660
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/05/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 ottobre 2019 alle 18:01

Merate: due serate a tema Leonardo da Vinci con la Semina

Dalla collaborazione della Pro loco con l’associazione culturale La Semina, la città di Merate ha voluto dedicare a Leonardo da Vinci due serate molto particolari, decisamente molto diverse dalle celebrazioni diffuse. Lo spirito che ha animato questo progetto è dedicato a questo genio universale, intellettuale-artista-scienziato rinascimentale figura straordinaria definita: “senza tempo e senza luogo”.
Pro Loco e Semina hanno così inteso portare un contributo di riconoscimento di quella cultura che non conosceva frontiere e che accomunava.




Con questo spirito sono stati preparati i due incontri serali programmati in Auditorium, alle ore 20,45 di venerdì 11 e venerdì 25 ottobre, con le due studiose: Prof.ssa Elisabetta Parente (Docente di Storia dell'Arte) e Prof.ssa Caterina Gabrielli (Filosofa e Docente di Filosofia),che proporranno due inedite letture del genio leonardesco.Nel primo incontro si documenterà, attraverso un percorso di approfondimento dell'opera leonardesca più conosciuta, le sue influenze artistiche e culturali nel tempo.
Nel secondo si farà conoscere l'esistenza di un mito di "Leonardo filosofo", "di un artista che fosse filosofo non nelle concezioni, ma nel modo stesso, rivoluzionario rispetto alle filosofie precedenti, di praticare l'arte".
Questi i titoli delle due serate:


La Gioconda è solo quella di Leonardo? (Elisabetta Parente): a cinquecento anni dalla morte dell'artista che ha dipinto il volto più famoso del mondo, si propone un suggestivo percorso che, attraverso i secoli, documenta l'origine del mito di Gioconda e la sua evoluzione
Leonardo da Vinci filosofo? (Caterina Gabrielli): Leonardo da Vinci, artista e scienziato, può considerarsi anche filosofo? Questa domanda è stata formulata da Paul Valery nel suo Introduzione al metodo di Leonardo - "ma allora è o non è filosofo?" - e da quel momento è diventata un topos dell'estetica contemporanea.

Associazione correlata:
- La Semina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco