Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 318.423.248
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/11/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 ottobre 2019 alle 17:53

Bernareggio: lo scenario dopo la chiusura del "Golf CTL3"

Prosegue il difficile compito dell'amministrazione di Bernareggio di salvare il Golf Club del CTL3, da un destino che non vive una fase semplice. Mentre il 30 settembre scorso scadeva l'ultima proroga di una lunga serie (la quarta), concessa al gestore storico dell'impianto, in parallelo andava a vuoto, per decorrenza dei termini, anche il tentativo del comune di affidare la gestione dell'impianto all'unica società che aveva presentato richiesta per rilevarne la conduzione attraverso la "procedura negoziata". Un iter ammesso dal codice degli appalti, che l'amministrazione ha scelto di seguire in estate, e che prevede di poter avanzare una domanda di interesse a uno o più operatori economici che potrebbero essere potenzialmente attirati dal "pacchetto" proposto. E dopo aver avuto le risposte dagli operatori effettivamente interessati, che sono risultati essere cinque, l'amministrazione ha emesso un bando a cui però ha aderito, presentando un'offerta, soltanto un soggetto, che peraltro non ha consegnato tutta la documentazione richiesta. Non integrandola, tra l'altro, nemmeno dopo la segnalazione dell'amministrazione, e lasciando così scadere la data ultima ammessa per la consegna.



Dal 1° ottobre l'impianto è quindi chiuso fino a data da definirsi. Ma il sindaco di Bernareggio, Andrea Esposito, ha fatto chiaramente intendere di non voler perdere tempo, e che a breve richiamerà i soggetti che hanno aderito al primo step della procedura negoziata, per provare a concordare una "gestione di emergenza" di qualche mese dell'impianto, e lavorando nel frattempo ad un nuovo bando. Una fase sui cui sviluppi resterà aggiornata anche l'associazione Golf Club CTL3. La "missione" non è però semplice, ma fa capire quale sia l'obiettivo del primo cittadino, che non vuole lasciare fermo quello che dal 1994 è un punto di riferimento per le giovani generazioni e non solo, all'interno dell'area del tempo libero intercomunale, che con la chiusura ha già perso circa 200 soci. Lo stesso sindaco ha fatto presente, per spiegare il perchè di una situazione complicata che stenta a risolversi, come la gestione degli impianti del golf, anche a livello regionale stia subendo un continuo calo di iscritti, che può portare a ricadute sull'effettiva appetibilità di queste realtà.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco