Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 437.777.941
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 27 settembre 2019 alle 14:24

Merate: al Mandic la Giornata del Ciclamino promossa dal ''GILS'' contro la Sclerodermia

In occasione della “Giornata del Ciclamino”, promossa dal Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia, in numerosissime piazze italiane vengono venduti fiori per raccogliere fondi a favore della ricerca. L’Ospedale Mandic di Merate, come negli anni precedenti, ha deciso di aderire all’iniziativa, allestendo nel corso della mattinata di oggi, venerdì 27 settembre, un banchetto informativo nella hall.

Le volontarie del GILS Delia e Fabia

Dalle 9 alle 12 alcuni volontari del GILS si sono messi a disposizione di chiunque volesse fermarsi per saperne di più su una malattia di cui si parla ancora troppo poco.

Le volontarie insieme ad una paziente

Nella sclerodermia, o sclerosi sistemica, è fondamentale una diagnosi precoce” spiega Fabia, volontaria del GILS da oltre vent’anni. “I fondi raccolti grazie alla vendita del ciclamino sono indispensabili per fare ricerca, non solo a livello italiano ma anche a livello europeo”. Il GILS è infatti una onlus nata nel 1993, che eroga numerosi servizi, tra cui spicca la “Sclerodermia Unit”, unità di lavoro che comprendono un insieme di specialisti - reumatologo, immunologo, epatologo, oculista, cardiologo - che si riuniscono per visitare i pazienti e far sì che questi ricevano tutte le visite necessarie per una diagnosi precoce in pochi giorni e soprattutto gratuitamente.  Nel corso della mattinata, inoltre, oltre alla vendita dei ciclamini, la dottoressa Nicoletta Manzocchi, Reumatologa ed Immunologa, si è messa a disposizione dei pazienti per eseguire in modo gratuito la capillaroscopia.

Si tratta di un procedimento non invasivo in cui si osservano le mani dell’individuo per vedere se queste mostrano i segni del cosiddetto “fenomeno di Raynaud”, una condizione clinica per cui le estremità dell’organismo diventano fredde e cambiano colore dopo l’esposizione ad una bassa temperatura. Il fenomeno di Raynaud è uno dei segnali d’allarme per la sclerodermia, che si manifesta solitamente poco prima del comparire della malattia.

Le iniziative del GILS proseguiranno nel fine settimana in numerose piazze del territorio, come quella di Missaglia, Montevecchia, Arlate e Cernusco, dove verranno venduti i ciclamini per far conoscere alla popolazione questa patologia cronica, autoimmune e soprattutto invalidante.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco