• Sei il visitatore n° 467.451.300
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 24 settembre 2019 alle 15:31

Calusco: il flashmob sul Ponte. Proteste contro l'inceneritore

L'appello della giovane attivista svedese, la 16enne Greta Thunberg, nota per gli scioperi globali per il futuro del venerdì che negli scorsi mesi hanno coinvolto milioni di studenti in tutto il mondo, lo hanno raccolto anche i comitati brianzoli ''Rete Rifiuti Zero'' e ''La Nostra Aria''.

Domenica si è svolto infatti tra Paderno e Calusco un Die-In, flash mob in cui i partecipanti fingono di essere morti distesi in luoghi pubblici e di transito, per contestare la presenza inquinante del cementificio di Italcementi (e la richiesta ormai avanzata anni fa di poter triplicare la combustione di rifiuti per alimentare il suo forno). Per farlo, Rete Rifiuti Zero e La Nostra Aria hanno raccolto l'invito del gruppo ''Fridays for future'' di Bergamo. L'appuntamento per tutti e 83 i partecipanti alla manifestazione è stato il Ponte San Michele di Paderno, sul quale si è svolto il vero e proprio ''Die-In''.

Quindi il gruppo si è spostato verso il centro di Calusco con striscioni che riportavano in rosso la scritta ''No inceneritore''. Le cause del forte disappunto dei comitati sono da ricercarsi soprattutto nei dati Arpa del 2014 (riportati nella mappa diffusa con i volantini della manifestazione) che indicano a Calusco un'elevata presenza di gas serra.

A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco