Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 461.743.169
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 11 agosto 2019 alle 10:10

Ronco: la Stema ceduta col ramo d'azienda alla ''Nisi''

C'è una svolta positiva nella vicenda del fallimento dell'azienda Stema di Ronco Briantino. La novità è arrivata un mese dopo la cessazione della produzione, imposta lo scorso luglio dal curatore fallimentare per via dei debiti contratti dall'impresa. Alla fine si è concretizzato uno degli scenari auspicati dai sindacati per la risoluzione del nodo relativo al futuro dei 56 lavoratori della ditta di via Mattei, che produceva meccanismi per divani letto.

La sede della Stema di Ronco Briantino

Mentre è stata avviata la cassa integrazione per i dipendenti, si è infatti proposto un operatore interessato all'acquisizione e che ha già stipulato un accordo di affitto di ramo d'azienda. L'acquirente è la Renato Nisi di Forlì specializzata nella produzione di meccanismi per divani letto, che rileva così da Stema il reparto che produce ingranaggi, con i suoi 34 lavoratori.  L'accordo prevede un impegno da parte dell'imprenditore a effettuare investimenti nei settori della salute e della sicurezza. Il contratto durerà sei mesi e al termine di questo periodo la Nisi potrebbe rinnovare il contratto. Nel caso poi servissero più lavoratori, questi verrebbero scelti tra quelli della Stema ancora in cassa integrazione.  Intanto in questi giorni sono partite le lettere che convocano i 34 lavoratori in azienda. Già da lunedì dovrebbe ripartire la produzione per rispondere a commesse in corso. Il sindacato Fim Cisl Monza Brianza ha espresso un giudizio positivo sullo sviluppo del caso, ritenendo la Nisi una realtà consolidata desiderosa di espandersi. Un'intesa che sembra andare in questa direzione.



Articoli correlati

M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco