Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 398.515.497
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/06/2021
Merate: 26 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 19 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc

Scritto Domenica 04 agosto 2019 alle 18:57

Accadeva 30 anni fa/85 – agosto: al via i progetti dei servizi pubblici territoriali, comando carabinieri, materna, pompieri

Alla vigilia della classica "pausa estiva" il Consiglio comunale di Merate affida gli incarichi professionali per la progettazione della caserma dei carabinieri, quella dei vigili del fuoco e protezione civile per la scuola materna di via Verdi e per le strutture sportive di Cassina Fra' Martino. Non senza uno strascico di polemiche sviluppate con la consueta maestria oratoria dal compianto avvocato Vico Fresia, esponente del partito liberale.

Carabinieri, scuola materna, caserma vvf

La progettazione della caserma dei pompieri viene affidata all'ingegner Arturo Comotti che del distaccamento è il numero uno. All'ingegner Emilio Viganoni, urbanista di fiducia del comune viene dato l'incarico di progettare il comando di compagnia con annessa stazione dell'Arma. All'architetto Fabiano Redaelli lo studio per la materna di via Verdi. Infine all'architetto Graziella Casati, il disegno della nuova struttura sportiva della frazione di Cassina. L'avvocato Fresia, pur considerando tutti i professionisti assolutamente all'altezza dei compiti loro assegnati, lamenta però che questi incarichi dovrebbero essere assegnati soltanto a professionisti di Merate che meglio conoscono la situazione locale e, soprattutto, versano le imposte nelle casse cittadine. Al di là del rilievo - cui in Aula rispose l'ingegner Luigi Zappa, assessore all'urbanistica - resta il fatto che sotto la guida del dottor Giacomo Romerio, in Giunta anche Battista Albani come assessore ai lavori pubblici, si avviano proprio nel 1989 progettazione e poi costruzione negli anni successivi delle principali strutture di servizio per la città e per tutto il territorio. Molto di più di quanto non sia poi stato fatto nelle consigliature successive, pur senza entrare nel merito dell'utilità reale delle opere realizzate.

Vico Fresia


Grande fermento anche a Cernusco, dove l'amministrazione comunale stanzia quasi un miliardo per la sistemazione di una serie di strade cittadine: 570 milioni per via Lecco, via Monza, via Roma, via alla Riva e via Volta e altri 400 milioni per via Vittorio Veneto dove sta sorgendo la zona industriale. Ma resta alta la tensione con i commercianti per la decisione della maggioranza DC in Consiglio di impedire la circolazione il sabato e la domenica lungo l'arteria principale del centro, cioè tra via Lecco e via Monza. Come nell'inverno dell'88 anche stavolta i commercianti minacciano serrate a causa del calo vistoso di lavoro nel fine settimana.
La Democrazia cristiana di Merate prepara la tradizionale festa dell'amicizia al parco delle Piramidi. Programma come al solito ricchissimo con i momenti clou, dal punto di vista ricreativo, dei concerti del gruppo progressive "Le Orme", poi Gianni Pettenati di bandiera gialla e il cantautore Memo Remigi. Tra i politici, Giuseppe Zamberletti, l'ideatore del servizio di protezione civile, Cesare Golfari, Daniela Mazzuconi.   
A Verderio Superiore la Dc con l'appoggio della sinistra (contrario il Psi) rilancia la campagna per l'unificazione con Inferiore con lo slogan "Insieme conviene...". Un documento viene distribuito in tutte le famiglie allo scopo di chiedere il parere informale dei verderesi sull'ipotesi ormai sul tavolo da qualche anno, di unificare Verderio. Sempre a Superiore si scatena la guerra residenti contro fracassoni. Giovani centauri che utilizzano nottetempo il parco del nettuno come quinta per qualsiasi nefandezza. L'intervento occasionale delle forze dell'ordine non sembra dare i risultati sperati.
In campo c'è il solerte Andrea Origo vigile urbano e tuttofare di Inferiore che, a buon diritto ottiene il titolo di "cavaliere della repubblica italiana". Un'onorificenza assolutamente meritata.

Andrea Origo


A Brivio, invece, sul piede di guerra sono i cacciatori a causa di un grosso gregge di pecore che da settimane, nonostante sia estate, staziona su un vasto prato al confine con Airuno. Secondo i cacciatori i cani fanno strage di fagiani da poco lasciati liberi giustappunto per consentire ai tiratori della domenica di abbatterli con le doppiette; mentre le pecore distruggono il terreno sul quale brucano.
La banca Briantea fa da apripista e ben 30 anni fa decideva di aprire alcuni sportelli anche il sabato. Lo scopo lo spiegano Angelo Meroni, vice direttore generale e Giuseppe Ivancigh responsabile dell'area investimenti e finanza: avvicinare i cittadini al mondo complesso degli investimenti in prodotti finanziari offrendo loro una giusta consulenza.  

Angelo Meroni e Giuseppe Ivancigh


Il mese di agosto non è esente da furti e rapine. Il 7 una banda irrompe in banca attorno alle 15 e armi alla mano si impossessa di circa 40 milioni di lire. A Osnago il 17 i soliti ignori penetrano in una villa di via Roma e rubano pellicce, quadri e argenteria per un valore di una ottantina di milioni. Furto anche in una villa di via  IV Novembre a Verderio Inferiore. Il proprietario vede i ladri ma essi sono già in fuga con un bottino di 5 milioni. Numerosi anche gli incidenti stradali, tra i più gravi uno a Merate e un altro a Brivio.
Fa rumore, infine, il rilascio di un uomo di Robbiate che aveva aggredito al moglie con un coltello dopo che questa si era rifugiata da tempo da parenti oltre il ponte a causa proprio delle violenze subite a opera del marito. La scarcerazione era stata motivata dal fatto che la donna non si era presentata in tribunale per l'udienza.

85/continua
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco