• Sei il visitatore n° 506.728.213
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 29 luglio 2019 alle 17:49

Considerazione sulla mozione di sfiducia

Sicuramente la minoranza “Uniti per Lomagna” ha erroneamente interpretato l'articolo del regolamento del Consiglio Comunale relativo alla sfiducia al Sindaco ed alla giunta, pensando potesse valere anche per un singolo componente, ma la sottigliezza dell'errore della Sindaca riguardo al ruolo anche di presidente che avrebbe dovuto porre il ritiro dell'argomento, commesso nonostante il supporto del Segretario, garante del rispetto delle normative, è una rilevazione notevole, complimenti al giornalista Pessina, sempre attento e preciso nonostante la giovane età.
La mia attenzione però è tutta sulla assenza dell'assessore Fumagalli. Tra il pubblico c'era tutto il suo entourage, presente e passato, ex assessori compresi, tutti pronti a sostenerlo, mancava solo lui. Io sarò della vecchia generazione ma la sua assenza non l'ho interpretata come un gesto di “eleganza” come ipotizza l'articolo, il mio primo pensiero è stato “che mancanza di rispetto verso gli elettori ed il Consiglio”, verso tutti coloro che, non capisco per quali reconditi motivi, continuano a supportarlo ed a negare
l'evidenza del suo “torbido” operato. Vorrei anche sottolineare che ci vuole più coraggio a dimettersi da un gruppo ormai consolidato, fatto di persone tra le quali si è inevitabilmente stretto un rapporto di amicizia, sentendosi tacciare di tradimento, cercando di far capire loro che il tradimento è quello che stanno perpetuando loro all'idea originale della lista, snaturandola, piuttosto che continuare a nascondere la testa sotto la sabbia e prestare il proprio sostegno acritico all'assessore Fumagalli.
Ma questo è solo il mio pensiero.
Roberta Riva
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco