Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.326.261
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 05 luglio 2010 alle 14:14

Al via un progetto di gestione di prenotazioni sanitarie tra Azienda ospedaliera e Distretto

Un servizio di assistenza ai cittadini da parte di volontari comunali nell’utilizzo delle funzioni della Carta regionale dei servizi, la tessera elettronica che consentirà ai residenti nel distretto di Merate di prenotare visite mediche in tutte le strutture sanitarie della regione attraverso un computer.

Il dottor Ivan Sternativo e il dottor Giacomo Molteni


È l’iniziativa che l’Azienda ospedaliera svilupperà, nel corso dei prossimi mesi, in collaborazione con le amministrazioni comunali del meratese e del casatese, al fine di accompagnare i cittadini verso una sanità che vada loro incontro invece di farli muovere sul territorio. La proposta di gestione territoriale delle prenotazioni di visite ed esami specialistici è stata presentata ai rappresentanti amministrativi riuniti nell’Assemblea distrettuale dei sindaci da parte del direttore amministrativo dell’ospedale di Merate dottor Giacomo Molteni e del responsabile dei servizi di front desk e accettazione dell’Azienda ospedaliera dottor Ivan Sternativo. “La richiesta di un servizio di questo tipo era stata già formulata un anno fa da parte di Felice Baio e ora i tempi sono maturi per realizzarlo” ha spiegato il dottor Molteni. “L’obiettivo finale è quello di una rete di supporto ai servizi sanitari che consenta ai cittadini di accedere alle prestazioni mediche senza passare dal Cup e senza muoversi da casa. Per fare questo l’Azienda ospedaliera formerà i volontari dei comuni che daranno disponibilità in merito per assistere i cittadini”.

Alcuni rappresentanti delle amministrazioni del meratese e casatese

Lo scopo è quello di creare una postazione dove, in determinati orari a seconda della disponibilità dei volontari, i cittadini possono recarsi a prenotare la loro visita nella struttura sanitaria più idonea a risolvere il loro problema. “L’investimento per il comune è minimo, servono un computer con connessione a Internet, un telefono e il lettore di Smart Card fornito dall’Azienda insieme al software CRS per l’accesso ai servizi” ha spiegato il dottor Sternativo. Ogni cittadino, insieme alla Carta regionale dei servizi, ha ricevuto un codice Pin per accedere al sistema CRS – Sis. Inserendo la tessera nel lettore e fornendo tale codice al sistema ognuno può avere accesso al suo fascicolo sanitario elettronico (FSE), che racchiude la “storia” personale a livello sanitario.



“Per ora sarà possibile esclusivamente prenotare le prestazioni, presentando l’impegnativa del medico, ma non pagare il ticket” ha spiegato il dottor Sternativo. “Il sistema sarà collegato a tutte le strutture lombarde, non solo ad un ospedale come già avviene nel comune di Lomagna”. Anche l’impegnativa in futuro diventerà elettronica. “Da metà luglio gli specialisti dell’ospedale di Merate ne faranno già uso, ma poi anche i medici di medicina generale si adegueranno” ha spiegato il dottor Molteni. La formazione di volontari che assisteranno i cittadini nei comuni del meratese e casatese avrà inizio a breve. Chi avesse smarrito il codice Pin relativo alla propria Carta regionale dei Servizi potrà richiederlo nella Asl più vicina.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco