Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 339.356.260
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/05/2020

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Lunedì 15 luglio 2019 alle 09:59

Merate: stage di karate con la tavoletta per le cinture nere dello Shotokan Ryu

CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Si è svolto a partire dalle ore 9 di domenica 14 luglio lo stage di karate della scuola "Shotokan Ryu" del maestro Severino Colombo, nella palestra di Via Turati a Merate. Dopo il canonico saluto iniziale ed una breve spiegazione sullo svolgimento della giornata, i karateki hanno performato i primi Kata, ovvero una serie di movimenti e mosse con una sequenza prestabilita che mostrano i principi fondamentali dell'arte marziale.

Dopo i primi esercizi, serviti anche come riscaldamento, si è passati alla parte più impegnativa e in un certo senso anche divertente, con la rottura delle tavolette di legno. Uno, due o tre centimetri lo spessore variabile in base all'esperienza del karateka e alla difficoltà della mossa.


VIDEO


Dopo qualche esercitazione libera durante la quale il maestro Severino Colombo è passato tra gli atleti per correggere e perfezionare posture e movimenti, si è passati alla fase finale dello stage che è consistita nello svolgimento di Kata più complessi seguiti dalla rottura di altre tavolette di legno con calci e pugni che appartengono alle sequenze di mosse appena messe in atto.

Movimento, accelerazione, peso del corpo e "Kime" sono solo alcuni dei concetti fondamentali che rendono affascinante quest'arte marziale basata su autocontrollo e precisione piuttosto che sulla pura forza.

Lo stage si è poi concluso con un breve rinfresco per tutti gli atleti in un clima sereno e con un po' di stanchezza per l'allenamento.

A.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco