Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 318.406.558
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/11/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Martedì 09 luglio 2019 alle 11:03

Lo Stallazzo in sciopero sabato dopo il 5° furto. Gasparini invita gli enti al confronto



Il quinto furto subito dall'inizio dell'anno, nella notte tra sabato e domenica scorsi, è stato forse la goccia che ha fatto traboccare il vaso. L'associazione Solleva, con il presidente Luigi Gasparini e il suo Consiglio di Amministrazione, ha indetto per la mattinata di sabato 13 luglio, dalle 10 alle 12, una sorta di sciopero durante cui sospenderà il servizio allo Stallazzo, il locale di ristoro gestito da poco più di tre anni e preso di mira dai ladri.
Nel comunicato diffuso poco fa da Gasparini l'invito agli enti locali a partecipare alla ''Giornata dello sdegno popolare'', come l'ha ribattezzata lui stesso, per un confronto aperto sul tema della messa in sicurezza dei luoghi dell'Adda e misure affinchè non si ripetano più gli atti vandalici e i furti che hanno messo in difficoltà Solleva e l'attività dello Stallazzo negli ultimi mesi.
Luigi Gasparini
Spett.le
Parco Adda Nord, Consorzio Villoresi, Sindaci dei Comuni di Lecco, Pescate, Garlate, Olginate, Airuno, Brivio, Calco, Imbersago, Robbiate, Paderno d'Adda, Cornate d'Adda, Trezzo sull'Adda, Vaprio d'Adda, Cassano d'Adda, Trucazzano

COMUNICATO

Lo stallazzo colpito, ferito

Giornata dello sdegno popolare

Per la quinta volta dall'inizio dell'anno il Ristoro Stallazzo è stato oggetto di furti e vandalismi.

La situazione che si è creata è diventata inaccettabile, insostenibile e richiede risposte autorevoli e forti dalle Autorità preposte e dai cittadini.

Senza l'adozione di provvedimenti mirati diventa  difficile assicurare un proseguo alla gestione ordinaria delle attività.

Solo lo sdegno popolare, profondo e partecipato può scuotere gli animi e favorire l'elaborazione di strategie adeguate.

La cooperativa Solleva non si preoccupa di ricercare in altri eventuali responsabilità.

Meglio guardare avanti, cercando di far tesoro delle esperienze, nell'ottica della condivisione diffusa delle criticità, favorendo la promozione  e il sostegno delle relazioni fra gli attori.

La messa in sicurezza l'intera alzaia dell'Adda per il benessere e il libero transito dei cittadini, la tutela del patrimonio artistico, culturale e delle postazioni ricettive presenti, diventa impegno prioritario, urgente ed irrinunciabille.

Sabato 13 luglio p.v., dalle 10 alle 12,  la cooperativa Solleva interromperà simbolicamente le attività allo Stallazzo per dar vita ad uno spazio di incontro tra autorità e cittadini per dire no alla violenza, affermare i valori del bello, della sana e civile convivenza, della solidarietà sociale.

L'invito a partecipare è rivolto ai dirigenti di Parco Adda Nord, Consorzio Villoresi, Econuseo Adda di Leonardo, ai Sindaci di tutti i comuni dell'alzaia, alle pro loco e a tutte le associazioni che operano nel territorio dell'Adda, a tutti gli Amici dello Stallazzo e del nostro grande fiume.

Insieme si può, ognuno secondo le proprie competenze e capacità.

Insieme si costruisce, nella quotidianità del cammino.

Cav. Uff. Luigi Gasparini
Presidente del Consiglio di Amministrazione
Solleva Società Cooperativa Sociale

Articoli correlati:

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco