• Sei il visitatore n° 467.459.259
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 07 luglio 2019 alle 08:07

Altro furto allo Stallazzo, il quinto nel 2019. Svuotata la dispensa e locali ''sottosopra''

Il quinto furto dall'inizio dell'anno subito dallo Stallazzo è anche il più ''pesante''. I locali devastati e la dispensa svuotata costringeranno per quest'oggi gli operatori di ''Solleva'', l'associazione che gestisce il ''rifugio'' sull'Adda, situato tra Paderno e Cornate, a dover rimediare ai danni anzichè offrire un servizio ai viandanti.

Il ''blitz'' dei ladri è avvenuto questa notte e ancora molte cose restano da chiarire. ''Dopo l'ultimo furto avevamo incaricato un custode dandogli un alloggio al piano superiore'' ha raccontato il presidente del sodalizio, Luigi Gasparini.

''E' un extracee che parla poco italiano e poco inglese e stiamo ancora cercando di capire che cosa sia successo. E' molto traumatizzato, però, e pare che non se la sia sentita di scendere mentre i ladri agivano. Sarebbe bastato che accendesse una luce o chiamasse il 112, ma credo che abbia avuto troppa paura''.

I malviventi, che Gasparini ha ipotizzato fossero due, avrebbero perciò agito pressoché indisturbati, rubando gelati, salumi e carne per un valore di circa un migliaio di euro. Inoltre sono state danneggiate alcune strumentazioni e manomesse le serrature di alcune porte. ''Oggi non potremo quasi sicuramente offrire un servizio a chi passerà da noi'' ha proseguito il presidente.

''Alle 9 i carabinieri faranno un sopralluogo e cercheremo di capire anche noi che cosa è successo. E' il quinto furto dall'inizio dell'anno. L'allarme lo può mettere il Parco Adda, non noi, e pensavamo che con un custode avremmo risolto i problemi ma evidentemente non è così. Ho già allertato i sindaci di Cornate e Paderno. Domani si riunirà il CdA di Solleva e sicuramente faremo delle valutazioni. Non escludo che rinunceremo alla gestione perchè in questo modo non è possibile andare avanti''.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco