Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.372.003
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 03 luglio 2019 alle 18:54

S.Maria: blitz di carabinieri e polizia locale nei boschi dello spaccio. Altre segnalazioni

Una serie di blitz tra i boschi di Santa Maria Hoè si stanno svolgendo nell'arco delle ultime 24 ore. Numerose le segnalazioni giunte all'orecchio del sindaco del paese Efrem Brambilla che recentemente aveva lanciato un appello alla cittadinanza a segnalare eventuali avvistamenti [clicca QUI] nell'area al confine con Colle e Castello Brianza. E a cascata sono giunte le risposte di molte persone, segno che la popolazione abbia preferito collaborare per contrastare il prima possibile il mercato di sostanze stupefacenti: marijuana, cocaina, ma soprattutto eroina, secondo alcune testimonianze.

Pare che gli stupefacenti venissero venduti a qualsiasi orario del giorno e della notte in diversi punti della Provinciale da cui si diramano alcuni sentieri. La notte scorsa, tra il 2 e il 3 di luglio, nel verde incontaminato in cui si immerge la SP 58 sono state identificate sette persone. Nel primo pomeriggio di oggi il secondo sopralluogo del corpo di Polizia locale. Sono stati avvistati due individui all'ingresso di un sentiero che accorgendosi di essere pedinati si sono dileguati. Nel fuggi fuggi hanno però abbandonato al suolo un machete e tre cellulari.

Il ritrovamento sarà fondamentale nelle prossime ore per ricostruire la rete della clientela e ulteriori elementi utili alle indagini delle forze dell'ordine Nel frattempo sono stati allarmati i carabinieri per coordinare le ricerche dei due soggetti nella speranza di poter chiudere le vie di fuga dei sentieri oltre i quali la sterpaglia si infittisce. All'arrivo dei militari gli agenti si sono divisi, ma sfortunatamente l'esito è stato infausto. Non si esclude che nelle prossime ore si effettuino nuovi pattugliamenti per stringere la morsa e sradicare il fenomeno di spaccio.


Il materiale recuperato dalla Polizia locale è stato successivamente portato alla caserma di Brivio.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco