Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 306.038.571
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Martedì 11 giugno 2019 alle 13:08

Verderio: l’assise si insedia. Le prime parole da sindaco Manega: lavoreremo insieme

Il nuovo consiglio comunale di Verderio

Il nuovo consiglio comunale di Verderio si è insediato nella serata di lunedì 10 giugno. Una ''cerimonia'' avvenuta solo per metà, visto che l'assenza di due tra i principali attori politici della assise verderese dei prossimi cinque anni, vale a dire Marco Benedetti e Caterina Viani, ai quali è stato ancora assegnato il ruolo di antagonisti che dovranno vigilare sull'operato della maggioranza, ha fatto rinviare tre dei sei punti all'ordine del giorno previsti (quelli che non potranno sbrigarsi se non in presenza del capogruppo di minoranza, e quindi Benedetti).

Prima assise mancato per impegni personali già presi in precedenza, hanno fatto sapere sia Viani che il leghista attraverso una nota con cui hanno giustificato la loro assenza e nella quale hanno auspicato che nei prossimi cinque anni la collaborazione tra Amministrazione e minoranza sarà il più possibile aperta. Di altre date non ve ne erano, visti gli impegni che avrebbero impedito di esserci ad altri consiglieri e visto che il primo assise deve essere convocato entro 10 giorni dalla convalida dell'elezione, ha chiarito il sindaco neoeletto Robertino Ettore Manega, che pronti via si è subito trovato a gestire il primo inghippo con le opposizioni.

Il sindaco Robertino Ettore Manega con la fascia tricolore

Se sarà l'inizio di una lunga serie, come suggerirebbe il clima che ha contraddistinto le assisi degli ultimi cinque anni, lo diranno il tempo ed i fatti. Certamente le intenzioni del nuovo primo cittadino sono tutt'altre, come da lui stesso pronunciato nel suo discorso con la fascia tricolore indosso.

 I consiglieri di minoranza Emanuele Galizioli e Orazio Vinci

''Auspico che questa sede diventi terreno di confronto, di proposte, di idee alternative di entrambi gli schieramenti nell'intento e nell'interesse del bene dei nostri concittadini. I discorsi possono essere travolgenti ed emozionanti, ma i fatti sono sicuramente più coinvolgenti per cui non resta che rimboccarsi le maniche e partire... Tutti insieme''.

Il vicesindaco Natalia Burbello e l'assessore Francesco Falsetto

Più distesi, i rapporti, potranno esserlo considerando anche che Manega, per l'ultimo anno e mezzo della scorsa legislatura fu votato anche dalla minoranza per ricoprire la carica di presidente del consiglio comunale (ruolo che continuerà a svolgere, salvo che non si deciderà di scindere nuovamente tale figura da quella del sindaco).

VIDEO


 L'ex sindaco Alessandro Origo

Le ''insidie'' sono però i tanti cantieri aperti che la nuova Amministrazione si ritroverà a gestire e che c'è da credere avranno l'opposizione di Benedetti e dei suoi. Pur potendo solo ipotizzarlo, ci sarà innanzitutto da sbrogliare l'intricata situazione di Villa Gallavresi. Manega potrà contare in questo caso sull'esperienza maturata da Adelio Sala, che sarà ancora assessore ai lavori pubblici, e dell'ex sindaco Alessandro Origo anche sulla base degli intoppi che ci sono stati e che hanno portato l'edificio  ad essere tutt'ora indisponibile, nonostante sembrava dovesse essere riaperto parecchi mesi prima delle elezioni.

I consiglieri Sergio Claudio Andreotti, Cora Colnaghi e Matteo Carbonaro

Ci sarà poi da prendere in mano la riqualificazione dell'area polifunzionale del Platano, che avrebbe bisogno di un'ampia rinfrescata (soprattutto il campetto di calcio che fino a pochi anni fa si riempiva ogni sera di giovani), e l'annosa operazione di ampliamento della palestra di via Caduti della Libertà.

La consigliera Fausta Proietti e l'assessore esterno all'urbanistica Antonella Sala

Anche in questo caso ci dovrà mettere un'altra volta il suo apporto l'assessore Sala, il quale ha ceduto per i prossimi cinque anni la carica di vicesindaco alla veterinaria Natalia Burbello che sarà anche assessore ai servizi alla persona e alle politiche per la famiglia e, dunque, si troverà a gestire uno dei capitoli più corposi del bilancio comunale (che con ogni probabilità spetterà al consigliere Alessandro Origo, anche se le deleghe dei consiglieri ancora neppure lunedì sera sono state svelate).

Il segretario comunale Antonia Tarantino e l'assessore Adelio Sala

Sulle questioni che riguardano il rifacimento delle strutture sportive potrà dare un suo contributo anche l'assessore Francesco Falsetto, delegato allo sport, al tempo libero, all'associazionismo e all'istruzione.

Altra questione aperta, fra le tante, quella della tangenzialina a nord del paese. In gioco potrebbero entrare le competenze in materia di viabilità e urbanistica maturate con la sua professione da Antonella Sala, architetto con studio a Paderno, ovvero l'assessore esterno, che gestirà anche le partite dell'edilizia, della tutela paesaggistica e dei beni monumentali del territorio.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco