Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 320.041.326
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/11/2019

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Sabato 11 maggio 2019 alle 16:13

La Valletta: Bruno Rupp saluta la sua casa e ''rotella'' verso sud alla volta della Sicilia

Ha salutato proprio tutti Bruno Rupp, conosciuto come Paolo, in questa nuvolosa mattinata di maggio, prima di lasciare la sua casa alla Fornace di Bagaggera (La Valletta Brianza) per compiere un'impresa unica nel suo genere. Il pensionato 69enne, ex falegname, si è congedato dal fedele amico a quattro zampe Neve e dai numerosi amici e sostenitori presenti, che da tanto tempo fanno il tifo per lui e che hanno consumato un'ultima colazione in sua compagnia presso la dimora immersa nel Parco Regionale di Montevecchia e della Valcurone.

L'uomo ha così lasciato la Brianza, pronto ad attraversare lo stivale da nord a sud a bordo di una carrozzina elettrica, appositamente modificata dal vicino Alberto, che è stata dotata di qualsiasi comfort per soddisfare ogni sua esigenza ed eventuali imprevisti nel corso del viaggio: un bagno chimico, delle tende, una cassetta degli attrezzi e un frigorifero portatile per trasportare l'insulina. Saranno circa 1200 i chilometri percorsi dalla "Ruppmobile", che effettuerà ben cinquanta tappe passando per sette regioni italiane nei prossimi due mesi.


VIDEO


Durante questo inusuale trekking, Paolo costeggerà la costa Adriatica, attraverserà gli Appennini e giungerà a Salerno, dove si imbarcherà alla volta di Messina per poi raggiungere la destinazione finale, Catania.

In questa avventura "zaino in spalla", però, Paolo non sarà solo. Assieme a lui è partito infatti anche Mauro Giussani, appassionato di camminate, che è rimasto folgorato dall'idea di questa impresa e che si è offerto di accompagnarlo un paio di mesi fa per tutto il tragitto, sino al raggiungimento della meta siciliana.

"Sono tranquillo e mi auguro che vada tutto bene. Se mai dovessero sorgere delle difficoltà, le affronteremo con serenità" ha commentato Paolo poco prima della partenza.

Una lunga fase preparatoria e di progettazione di quasi due anni ha caratterizzato l'impresa, che ha preso il nome di "Rotellando verso Sud", idea nata in maniera puramente casuale durante una cena a casa del pensionato e che si è concretizzata grazie alla collaborazione dei tanti ragazzi che fanno parte dello staff, e che seguiranno l'avventura da lontano, gestendola da un punto di vista organizzativo e tenendo i contatti con chiunque voglia avvicinarsi a questo tipo di iniziativa. L'avventura verrà documentata e potrà essere seguita giorno per giorno sul sito internet (www.rotellandoversosud.it) e sui canali social, Instagram e Facebook.

"Se voglio, arrivo in carrozzina fino in Sicilia" aveva detto Paolo in tono scherzoso durante quella famosa cena. Questa semplice frase, però, si è tramutata in un messaggio di speranza. Da questa mattina Paolo sta infatti dimostrando che non vi è alcun limite, neanche per un uomo diversamente abile che ha subito l'amputazione bilaterale degli arti inferiori, quando è tanta la voglia di vivere e di mettersi in gioco. Tutto questo può essere facilmente riassunto nel motto di Rotellando Verso Sud. "Davanti a un uomo che "vuole" c'è una strada. Davanti a un uomo che "non vuole" c'è una scusa".
Giulia Melotti Garibaldi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco