• Sei il visitatore n° 476.960.919
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 02 maggio 2019 alle 18:39

Lomagna, consiglio comunale: mai così loquaci!

Si è tenuto il 29 aprile sera l’ultimo Consiglio Comunale di Lomagna, nel quale sono stati approvati il rendiconto di gestione dell’anno 2018 e una variazione al bilancio 2019/20/21.

L’attuale maggioranza ha sfruttato l’occasione per fare un bilancio finale di mandato nel quale tutti gli assessori, e i consiglieri delegati, hanno potuto tirare le somme del proprio operato e sollevare le coppe dei traguardi raggiunti in un infinito elenco di opere ed iniziative che sono però, di fatto, parte integrante della vita di una qualunque amministrazione Comunale.

Ancora una volta però questo gruppo consiliare è riuscito a sbagliare i tempi e i luoghi della comunicazione. Non è certo il rendiconto di bilancio 2018 l'occasione per fare un bilancio di fine mandato. È stata usata in modo improprio una seduta del Consiglio Comunale per fare propaganda elettorale, ignorando completamente il contatto con la cittadinanza e andando di fatto a finire in zona Cesarini, per fare una comunicazione fiume che avrebbe dovuto essere affrontata direttamente con i cittadini, come Impegno Civico, e forse già qualche mese fa.

Questa Amministrazione che ci aveva ormai abituati a non dare molte notizie del suo operato, a meno che questo non fosse direttamente connesso alla sua stessa sopravvivenza, ci ha stordito di elenchi in una serata in cui mai si era vista una tale loquacità!

È così che l’altra sera è andata in scena una vera e propria passerella per mettere in mostra tutti i presunti meriti di Impegno Civico guadagnati in questa legislatura nei vari ambiti comunali…

Lo spettacolo è però stato interrotto dalla comunicazione del Sindaco che ha dovuto ritirare per volontà del Vice Prefetto alcuni punti dell’ODG riguardanti il Piano Regolatore Cimiteriale e alcune modifiche da apportare al regolamento dei Servizi Funerari perché ritenuti argomenti straordinari e non compatibili con il periodo amministrativo pre-elettorale già in vigore dall’11 aprile scorso, come a confermare questa piccola deriva a cui abbiamo tristemente assistito nella serata di Consiglio.

A completare l’opera, durante la trattazione del rendiconto 2018, sono arrivate alcune comunicazioni del Sindaco di materia urbanistica, riferite tuttavia all’anno 2019: una a proposito dell’area Ex RDB.

Solo un mese fa il Sindaco aveva rifiutato di affrontare la questione in una assemblea pubblica, sostenendo che non c'era nulla di definito da comunicare. Ieri sera abbiamo scoperto che invece c'è stata l'approvazione del Piano attuativo, segno che i progetti sono invece esistenti e in fase molto avanzata. Il Piano attuativo consente ai cittadini di prendere atto dei documenti e presentare osservazioni per un periodo di 30 giorni, ma tali scadenze guarda caso coincidono quelle elettorali. Chi verrà dopo le elezioni potrà quindi scaricare le responsabilità su chi, all'ultimo minuto, ha assunto decisioni delicatissime con un piede già in cabina elettorale. Una politica giocata sul non detto che non fa proprio onore ad una lista civica democratica e progressista come dovrebbe essere Impegno Civico, che sembra aver ormai completato la sua metamorfosi.

Che altro dire se non che questa Amministrazione è stata in grado di usare luoghi istituzionali strumentalmente per i propri fini elettorali in modo a dir poco spregiudicato?
Giuseppe Valentino
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco