Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.851.694
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 29 aprile 2019 alle 18:35

Sanità: arrivano le ferie e il Sitra che fa? Sposta personale da Merate a Lecco. Ma per i politici locali non ci sono problemi

Anna Cazzaniga

 

Fateci caso, quando arriva una disposizione dalla dottoressa Anna Cazzaniga dell'ex Sitra - il Servizio Infermeristico Tecnico Riabilitativo Aziendale ora denominato D.P.S. - è sempre per annunciare lo spostamento di personale da Merate a Lecco. Mai viceversa. Oh, certo noi abbiamo sempre fiducia in Andrea Massironi e Filippo Galbiati, i sindaci uscenti di Merate e Casatenovo i quali ci hanno rassicurato che seguono costantemente tutte le vicende ospedaliere a tutela del San Leopoldo Mandic. E anche dei loro epigoni che si candidano a sostituirli, almeno a Merate. Però ogniqualvolta ci tocca scrivere di presidi sanitari è soltanto per denunciare ritardi, sperequazioni nella distribuzione di risorse umane e tecnologiche e spostamenti di personale in modo unidirezionale. Il problema resta l'assenza di un direttore di presidio che invece dovrebbe esserci in base alla normativa vigente e di un direttore medico di presidio, che non può essere ovviamente Gedeone Baraldo ricoprendo la medesima carica al Manzoni di Lecco e all'Umberto I° di Bellano. E dunque, chi difende il Mandic?

 

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco