Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.640.512
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/08/2020

Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc
Scritto Giovedì 28 marzo 2019 alle 16:47

Lomagna: schema bipolare per le elezioni. Al cdx 3 della Lega: certi Corbetta e Comi

Bruna Corbetta - Maurizio Comi
Non è ancora stato ufficializzato, ma il sostegno della sezione della Lega di Lomagna è ormai un dato di fatto. Già stasera dunque il candidato sindaco della nuova lista “Uniti per Lomagna”, Mauro Sala, all’assemblea delle ore 21.00 aperta alla cittadinanza potrà vantare l’appoggio ormai assodato dei due ex sindaci Fabio Vigorelli e Gianfranco Castelli, e della Lega appunto. Questa soluzione – la più attendibile per opportunità politica – definisce quindi il classico bipolarismo alle prossime amministrative tra centro-destra e centro-sinistra. Nella lista civica di Sala non dovrebbe comparire il simbolo del guerriero Alberto da Giussano, ma ci è stata confermata la presenza di Bruna Corbetta, moglie dell’ex segretario - nonché fondatore della sezione lomagnese della Lega – Franco Rovelli. L’accordo prevedrebbe una rappresentanza di tre fedeli al Carroccio in lista. Corbetta aveva aderito al progetto dell’imprenditore Sala già per le scorse elezioni del 2014. Discorso analogo vale per Maurizio Comi, che aveva seduto ai banchi dell’opposizione fino alle dimissioni del gennaio 2018 per impegni lavorativi. Con la pensione alle porte il prossimo giugno, potrebbe assicurare un impegno “a tempo pieno” per la cosa pubblica. L’assenza ancora di una posizione ufficiale della Lega di Lomagna è probabilmente un segnale di una scelta non interamente condivisa tra gli iscritti, che pare si fossero spaccati per la presa di posizione da parte del segretario Massimiliano Galbiati (che non si rende reperibile) contro la candidatura di Mauro Sala.
Marco Pessina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco