• Sei il visitatore n° 475.506.630
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 27 marzo 2019 alle 12:07

Processo a Don Giorgio De Capitani: altro rinvio per permettere al ministro Matteo Salvini di testimoniare

Il ministro Matteo Salvini
Nessun passo in avanti. Anche questa mattina l'udienza svoltasi in tribunale a Lecco nell'ambito del processo che vede don Giorgio De Capitani, ex parroco di Monte, difeso dagli avvocati Rigamonti e Tamburini, imputato per diffamazione, si è chiusa con un nulla di fatto. L'avvocato Claudia Eccher del foro di Trento, che difende il ministro Matteo Salvini, costituitosi parte civile ritenendo di essere stato diffamato dagli scritti postati sul suo blog dal sacerdote, ha spiegato come l'agenda dell'assistito sia fitta di impegni. Così fitta da impedirgli al momento di venire a Lecco per deporre, raccontando la sua verità. Il legale ha quindi chiesto la possibilità di spostare l'udienza a settembre o in alternativa tra la fine di giugno e luglio, in considerazione delle imminenti elezioni europee. Una circostanza quest'ultima che richiederà a Salvini un impegno straordinario, sia istituzionale sia politico. A questo proposito il giudice Nora Lisa Passoni ha chiesto in maniera molto risoluta all'avvocato del ministro di indicare una data in cui il leader della Lega potrebbe essere presente, sabati compresi. Una disponibilità manifestata a più riprese questa mattina dal giudice per non continuare a rinviare un procedimento che si trascina ormai da tempo. Si torna quindi in aula il 15 maggio per poter calendarizzare una data tenendo conto della disponibilità di Matteo Salvini. In caso contrario non si esclude che il giudice possa procedere in maniera diversa.

G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco