Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.953.378
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 28 gennaio 2019 alle 19:34

Merate: il centrosinistra si presenta unito. Ancora incerto l’accordo nel centrodestra

Aldo Castelli
Martedì sera il centrosinistra si incontra nei locali dell'Area Cazzaniga per siglare l'accordo definitivo tra le diverse anime rappresentate dagli esponenti storici di Sei Merate, dall'area cosiddetta "Albani" e dal PD. Probabilmente sarà ufficializzata la candidatura a sindaco di Aldo Castelli. Difficilmente invece si scenderà nei particolari degli altri candidati anche se qualche nome gira, ma vanno tutti presi con la dovuta prudenza: si parla per esempio di Roberto Riva di Brugarolo, veterano dell'aula, Riccardo Brivio e Patrizia Riva di Cassina, Mattia Salvioni e Gino Del Boca, giovani del PD, Alessandro Pozzi, consigliere uscente di Sei Merate per Pagnano e, forse, lo stesso Giovanni Battista Albani. Al momento non risultano contaminazioni con esponenti dell'attuale maggioranza per quanto con alcuni di questi i punti di contatto sembrano rilevanti.

Sul versante opposto resiste la candidatura di Massimo Panzeri alla guida del centrodestra unito, soprattutto se a Oggiono Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia dovessero convergere su Lamberto Lietti, attuale vice sindaco con delega al bilancio, nonostante le resistenze di settori del Carroccio che invece vorrebbero Puccio Ceresa alla guida della coalizione. Per il momento a insidiare la candidatura del capogruppo leghista c'è solo Massimiliano Vivenzio di Forza Italia. Ma non è escluso che in caso di eccessive difficoltà nel trovare un accordo, una parte della maggioranza decida di puntare su una lista civica aperta a esponenti oggi non presenti in aula, che pure ricomprenda Vivenzio, Casaletto e Procopio, nessuno dei quali, però candidato sindaco. E in tal caso la Lega correrebbe sola.Sul versante Cinque Stelle si fa con insistenza il nome di Pierluigi Bonfanti come candidato sindaco. In alternativa Federico Salomoni. In lista anche i rappresentanti storici del Movimento, puntuali in piazza ogni sabato mattina: Carlo Vincenzetto e Elena Calogero. Qualcuno dà come certa la presenza di Donato Alfiniti ex comandante della polizia locale. 
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco