• Sei il visitatore n° 476.923.708
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 17 aprile 2011 alle 19:06

L'Ac Merate perde 0-2 col Curno e retrocede in Promozione Spreafico pronto a lasciare: ''Questa retrocessione è meritata''

MERATE 0
CURNO 2
reti: Dinoni al 33pt e al 39st


TABELLINO
FORMAZIONI

MERATE: 1 Bolognini, 2 Ferrario, 3 Basso la Bianca (14 Di Gregorio 24st), 4 Brambilla, 5 Pomini (16 Gandini 3st), 6 Garbero, 7 Capetti, 8 Galbiati, 9 Collu, 10 Crippa, 11 Vigliucci
All. Colombo
CURNO: 1 Rama, 2 Sisana, 3 Ceresoli, 4 Mondiali, 5 Brembilla, 6 Cristofan, 7 Rotini (16 Bonaldi 28st), 8 Dinoni, 9 Diouf, 10 Arrigoni (13 Sonzogni 45st), 11 Riva (14 D'Agostino 41st). Dirigente: La Mera
AMMONITI: Basso la Bianca e Galbiati (M),Ceresoli e Cristofan (C )


Il Merate perde 0 a 2 contro il Curno e retrocede in Promozione. E a pochi sembra interessare. Dei 75 allo stadio la metà erano tifosi bergamaschi, mentre gli altri erano già rassegnati da mesi. Ma è tutta la città ad aver fallito pesantemente dal punto di vista sociale e sportivo. Il presidente Roberto Spreafico lo ha ribadito anche oggi al termine della gara: "Merate è una città ricca, piena di aziende ed imprenditori, ma della squadra di calcio non interessa nulla a nessuno. Io confermo che se entro maggio non riusciremo a effettuare una fusione, oppure nessun imprenditore verrà in nostro aiuto lascerò tutto". Retrocesso sul campo, il Merate rischia addirittura di scomparire come società calcistica.


Matteo Crippa e Antonio Vigliucci


La gara di oggi doveva essere vinta a tutti i costi, in modo da poter dare adito a speranze e calcoli matematici alla ricerca dei playout. La doppietta di Dinoni del Curno ha spazzato via ogni prospettiva; l'incapacità di concludere a rete del Merate ha fatto il resto. I gialloblu sono stati pericolosi solo in avvio di gara, e nella ripresa con qualche incursione di Gandini. Poca cosa per chi deve cercare a tutti i costi la vittoria. Il Curno è stato abile a distruggere sul nascere il gioco del Merate e a tenere sempre sul chivalà la difesa di Garbero e Brambilla.
Il primo a provarci è proprio il Merate al terzo minuto con Crippa, che da dentro l'area controlla e calcia alto. Il Curno punzecchia, ma non tira. Galbiati al 18esimo conclude centralmente dai 25 metri, mentre un minuto dopo Brambilla manda largo di testa. Alla prima vera opportunità i bergamaschi passano in vantaggio. È il 33esimo ed è un momento di stanca della partita. Arrigoni subisce fallo sul centro sinistra a 30 metri dalla porta del Merate. Dinoni calcia la punizione: la palla sorvola la barriera e si infila tra il primo palo ed il portiere Bolognini. Gol del vantaggio del Curno: negli sguardi del Merate si vede subito che la gara è finita. L'unico cenno di reazione, i gialloblu l'hanno al 45esimo quando impostano un contropiede che però si perde nel momento dell'ultimo passaggio di Capetti. Questo dice tutto.


La delusione di Giacomo Gandini e la panchina del Merate con Ezio Colombo


In avvio di ripresa Pomini si infortuna e Colombo dalla panchina ne approfitta per dare alla sua squadra un assetto più sbilanciato inserendo Gandini. Prima di vederlo all'opera, però, il Curno ha una buona occasione: prima Diouf si fa ribattere il tiro da Basso La Bianca da dentro l'area; la palla arriva a Arrigoni che calcia fuori. Sul fronte Merate, al 18esimo Crippa pesca Gandini con un lancio preciso. Gandini si accentra, salta tre avversari e si presenta in area. Il suo tiro è deviato all'ultimo. E' il nuovo entrato a provare a suonare la carica anche al 21esimo e al 22esimo con altre due azioni personali che portano altrettanti angoli e difficoltà alla difesa del Curno. Ma sono solo azioni potenziali. E' Crippa, invece, al 27esimo a ciabattare in piena area l'assist di Di Gregorio.
Il Curno, bravo a soffrire, lo è altrettanto a chiudere la gara: non tanto al 31esimo quando Arrigoni calcia male dal limite; ma al 39esimo: il Merate spreca un corner ed il portiere Rama può rinviare facendo partire il contropiede dei bergamaschi. La palla rimbalza al limite dell'area del Merate e lo stesso Arrigoni vince un paio di rimpalli, poi serve in profondità Dinoni che è bravo a battere Bolognini. 0 a 2 e partita ancor più finita di quando già non lo fosse. Merate retrocesso, mentre con questi tre punti il Curno fa un importante passo avanti per la salvezza matematica. Dopo la pausa pasquale i gialloblu andranno a giocarsi le inutili sfide con l'Ardor Lazzate e il Real Milano.

RISULTATI
R.MILANO - ARDOR 0-3*
TREVIGLIESE - BASE 96 3-1
SONDRIO - CISERANO 0-2
CREMA - F.VERANO 1-5*
V. D'ALME' - MARIANO 2-0
MAPELLO - NIBIONNO 1-0
MERATE - CURNO 0-2
G.ERMINIO - VIMERCAT. 1-1
CARAVAG. - VOLUNTAS 2-2
*giocate mercoledì 13 aprile

CLASSIFICA
Mapello 65
Caravaggio 55
Ciserano 54
Sondrio Calcio 52
Villa d'Almè 52
Folgore Verano 51
Base 96 47
Trevigliese 44
Curno 43
Voluntas Osio Sotto 42
Ardor Lazzate 42
Mariano Calcio 41
Giana Erminio 41
Crema 1908 38
Vimercatese Oreno 37
Real Milano 31
MERATE 23
NIBIONNOXENIA 14
A.G.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco